Hai cercato

Scultore

Achille D’orsi


Sei interessato alla vendita o all'acquisto delle sue opere?

Acquistiamo opere di questo artista

e di altri pittori e scultori dal XVI secolo sino alla prima metà del XX secolo

La galleria Berardi offre un servizio gratuito e senza impegno di valutazione di opere di arte antiche e moderne. Per orientarsi nel mercato dell'arte, assai complesso e pieno di sfumature, è meglio affidarsi ad un consulente professionista che sappia rispondere in maniera veloce e concreta alle tue esigenze. La chiarezza delle risposte risolverà in maniera efficace la necessità di stimare o mettere in vendita un bene.

Contattaci immediatamente senza impegno

Risposte anche in 24 ore:

Telefono

06.97.606.127

E-mail

info@berardiarte.it

Whatsapp

347.783.5083

Achille D’orsi

( Napoli 1845 - 1929 )

Scultore

    Achille D’orsi

    Scultore meridionale, nato a Napoli nell’agosto del 1845, oggi professore onorario di quell’Accademia di Belle Arti ove fece i suoi primi studi, professore delle Accademie di Milano e Genova, cavaliere della Corona d‘Italia, è uno dei più originali e valorosi scultori che vanti la patria nostra.

    Perfezionatosi in Roma, tornò in patria nel 1876 e dopo aver modellato una buona statua, “Salvator Rosa”, che donò all’Istituto di Belle Arti di Napoli, fece un gruppo ddue figure dal titolo “I parassiti” che per il soggetto nuovissimo, e per la stupenda modellazione meritò un premio all’Esposizione di Napoli del 1876, e fu acquistate dalla R. Casa per la Villa di Capodimonte.

    Alla Mostra di Venezia del 1881 ed altrove una sua statua rappresentante un contadino caduto a terra, accasciato per il troppo lavoro, a cui l’artista aveva dato il titolo di “Proximus tuus” ebbe grandi accoglienze e suscitò una viva ammirazione per il grandissimo sentimento con cui era trattata, e per la perfetta esecuzione, e la grande novità del soggetto.

    Una leggiadra statuetta: “A Posillipo” meritò un premio speciale a Torino e fu acquistata da Sua Maestà il Re d‘Italia, ed una medaglia d‘oro ottenne per un suo geniale lavoro dal titolo “L’Usignolo” che egli espose a Genova, a Venezia ed a Firenze.

    Altre buone opere sono: “Il marinaio”; “Sulla Fossa”, proprietà del signor B. Maglioni; “Un venditore ambulante”; “Il Chierico” grazioso bustino in terracotta; “Un romano antico a Casamicciola” esposto con successo a Torino nel 1884.

    Il DOrsi si è rivelato eccellente anche come ritrattista e il suo “Busto ddonna” e il “Ritratto di un ragazzo” che figuravano a Roma nel 1883, e il bel “Ritratto del prof. Tommasi”, uno dei primi suoi lavori, valgono da soli a di mostrare quanto egli sia valente anche in questo difficile compito.

    LEGGI TUTTO

    acquisto opere artisti e stima pittura e scultura

    Opere di Achille D’orsi


    Altri artisti che potrebbero interessarti

    Iscriviti alla newsletter per ricevere le mostre in preparazione e le nuove acquisizioni!

    Il sito viene aggiornato costantemente con opere inedite dei protagonisti della pittura e della scultura tra Ottocento e Novecento.

    Example

    © Copyright Berardi Galleria d'Arte S.r.l.