Hai cercato

Pittore

Ada Mangilli Francesetti De Merzenille


Sei interessato alla vendita o all'acquisto delle sue opere?

Acquistiamo opere di questo artista

e di altri pittori e scultori dal XVI secolo sino alla prima metà del XX secolo

La galleria Berardi offre un servizio gratuito e senza impegno di valutazione di opere di arte antiche e moderne. Per orientarsi nel mercato dell'arte, assai complesso e pieno di sfumature, è meglio affidarsi ad un consulente professionista che sappia rispondere in maniera veloce e concreta alle tue esigenze. La chiarezza delle risposte risolverà in maniera efficace la necessità di stimare o mettere in vendita un bene.

Contattaci immediatamente senza impegno

Risposte anche in 24 ore:

Telefono

06.97.606.127

E-mail

info@berardiarte.it

Whatsapp

347.783.5083

Ada Mangilli Francesetti De Merzenille

( Cento (Ferrara) 1862 - Firenze 1935 )

Pittore

    Ada Mangilli Francesetti De Merzenille

    Pittrice toscana, nata a Firenze il 23 settembre 1863, studiò sotto il professor Amos Cassioli e si è fatta valente per molti eccellenti lavori.

    Oltre ad un numero straordinario di disegni dal vero, che i più reputati pittori fiorentini asseverano essere di un valore non comune, la signora Mangilli è autrice di diversi quadretti ad olio, due dei quali le sono stati portati via dal cavalletto, e sono stati venduti in Olanda dal rinomato negoziante signor Hohlender: l’uno e l’altro sono figure muliebri pompeiane, immaginate in due diversi momenti dell’abbigliamento.

    In quelle figure, oltre la vaghezza caratteristica dei tipi femminei è incantevole il colore vivo, vero, palpitante, degno, più che di una giovanissima pittrice, di un provetto maestro.

    Sono della signora Mangilli due delle principali figure dipinte ad olio e che, riprodotte in mosaico, ornano la porta di sinistra nel Duomo di Firenze: una di quelle figure rappresenta il pio “Bonifazio Lupi marchese di Soragna”, fondatore di uno stabilimento di carità a Firenze; l’altra “Piero di Luca Borsi”, il popolano, al tempo della Repubblica, che con ardente zelo di carità raccoglieva le oblazioni e istituiva l’Arciconfraternita della Misericordia.

    Quelle due figure, esposte nel dicembre 1879, incontrarono il maggior favore del pubblico. La signora Mangilli ha pure dipinto il “Tobia”, che si ammira nella cappella funeraria del Cimitero dell’Antella, presso Firenze.

    Essa è autrice di uno dei migliori disegni a penna, pubblicati nel grande album ‘Florentia’. Altri suoi lavori sono: “Una Baccante”, costume medioevale e “Floralia”, bellissimo e lodatissimo quadro.

    La prima fu premiata con medaglia d’oro all’Esposizione di Belle Arti di Ferrara, e si trova alla Pinacoteca di quella città, il secondo fu venduto a Vienna ad un ricco signore di colà. Eseguì pure un quadro grande al vero, rappresentante “Agrippa giovane”, che fu esposta a Londra alla Mostra Italiana del 1889 e fu venduto al cav. Tommaso Valker.

    Dal negoziante Schartz di Vienna, furono acquistati diversi quadretti della signora Mangilli, dai titoli: “Der Kleiner Schalk”; “Il primo saluto ad un fiore”; “La raccolta delle rose”; “Una fioraia pompeiana”, tutti simpatici ed egregi lavori, e nei quali la grazia, la fantasia e la bravura dell’artista si palesano vivamente.

    Alla Mostra Beatrice di Lavori femminili tenuta a Firenze nel 1890 espose un quadro con figure grandi al vero, rappresentante “Le tre Marie”, lavoro eccellente, dinanzi al quale il pubblico si fermava ammirando, e che ottenne gli elogi dei critici, della stampa tutta, e il primo premio, medaglia d’oro, nella Sezione di pittura.

    Sposa al conte Francesetti di Merzenile, sempre assorta nell’arte sua, e cultrice appassionata della musica e della letteratura, la signora Mangilli è una fra le più colte signore che sono in Firenze.

    Nella quiete della bella villa alla Querce, ove dimora, lavora assiduamente e abbiamo ammirato in questi ultimi tempi nel suo studio una splendida “Beatrice” ed uno stupendo quadro non ancora finito, ma che già desta ammirazione, composto di 25 figure e rappresentante “Gesù che solleva l’adultera”, e che farà ancora brillare di nuova luce il nome giù chiaro di questa insigne pittrice.

    LEGGI TUTTO

    acquisto opere artisti e stima pittura e scultura


    Altri artisti che potrebbero interessarti

    Iscriviti alla newsletter per ricevere le mostre in preparazione e le nuove acquisizioni!

    Il sito viene aggiornato costantemente con opere inedite dei protagonisti della pittura e della scultura tra Ottocento e Novecento.

    Example

    © Copyright Berardi Galleria d'Arte S.r.l.