Hai cercato

Pittore

Angelo Inganni


Sei interessato alla vendita o all'acquisto delle sue opere?

Acquistiamo opere di questo artista

e di altri pittori e scultori dal XVI secolo sino alla prima metà del XX secolo

La galleria Berardi offre un servizio gratuito e senza impegno di valutazione di opere di arte antiche e moderne. Per orientarsi nel mercato dell'arte, assai complesso e pieno di sfumature, è meglio affidarsi ad un consulente professionista che sappia rispondere in maniera veloce e concreta alle tue esigenze. La chiarezza delle risposte risolverà in maniera efficace la necessità di stimare o mettere in vendita un bene.

Contattaci immediatamente senza impegno

Risposte anche in 24 ore:

Telefono

06.97.606.127

E-mail

info@berardiarte.it

Whatsapp

347.783.5083

Angelo Inganni

( Brescia 1807 - Gussago 1880 )

Pittore

    Angelo Inganni

    Angelo Inganni nasce a Brescia il 24 novembre 1807 e muore a Gussago il 3 dicembre 1880. Figlio e fratello di pittori, riceve da loro la prima educazione all’arte e inizia a lavorare precocemente a dipinti a soggetto sacro. Nel 1827 è chiamato a prestare servizio militare, ma notato dal generale Radetzky viene da questi in seguito dispensato dall’obbligo e incoraggiato ad entrare nell’Accademia di Brera.

    Qui segue i corsi tra gli altri di Giovanni Migliara e Pelagio Pelagi e conosce Domenico Induno Mauro Conconi. Dal 1834 espone con continuità alle mostre dell’Accademia, dal 1843 a quelle della Società promotrice di belle arti di Torino, e dal 1851 a quelle di Genova. Stabilitosi a Milano diventa un vedutista molto apprezzato e riceve numerose commissioni dalla nobiltà e dalla ricca borghesia della regione.

    Nel 1840 è a Venezia. Nel 1845 lavora ad affresco nella lunetta della porta centrale della chiesa di San Marco. Nel 1851 è all’Esposizione universale di Bruxelles e nel 1853 è presente al Salon di Parigi. Muore all’età di 73 anni, mentre è impegnato a un dipinto per il concorso per il Monumento alle Cinque giornate.

    E’ un pittore che mostra precocemente le sue qualità nel disegno. Da subito si dimostra molto abile nella resa prospettica. Le prime prove artistiche vengono notate dalla critica per la gamma cromatica squillante e per la resa fedele del ‘vero’, dove i personaggi animano strade, piazze e architetture. Sono i personaggi ricavati dal tessuto sociale milanese l’elemento distintivo della sua pittura.

    E’ probabile che il Nostro ne avesse realizzato un repertorio a partire da schizzi dal vero che poi usava per completare le sue opere. Dagli anni ’50 accanto alle vedute urbane compaiono soggetti legati alla vita contadina con effetti luministici di notturno, dove la fonte di luce è dovuta esclusivamente alla presenza di una sorgente, lucerna, tizzone, torcia, presente all’interno dell’opera.

    Esordisce alle esposizioni di Brera nel 1834 con Evoluzione militare nell’accampamento di di Medole e Castiglione commissionatogli dal Radetzky, oltre a due ritratti e ad alcune vedute di Milano, tema che non abbandonerà praticamente mai nel corso della sua carriera. Del 1835 è un esterno della Chiesa di San Marco a Milano dove mostra le sue abilità di prospettico.

    Al 1838 risale la Veduta sulla Piazza del Duomo (Museo di Milano) considerata una delle migliori tele eseguite dall’artista. Nel 1840 dipinge Piazza San Marco (Museo Revoltella, Trieste). Al 1844 risale Piazza dei Mercanti (Museo di Milano). Successiva al 1850 è la grande tela Il giardino della villa Richiedei alla Santissima di Gussago (Pinacoteca Tosio Martinengo, Brescia).

    Nel 1850 presenta a Brera Veduta sul Ponte Orientale con neve cadente, La Sacra Famiglia, La Deposizione dalla croce. Dello stesso anno è Contadino che accende una candela con un tizzone. Del 1857 è La benedizione del temporale (Civici Musei, Torino). Dalla fine del decennio diventa il pittore della ricca famiglia bresciana Richiedei che gli commissiona ritratti e pale d’altare.

    LEGGI TUTTO

    acquisto opere artisti e stima pittura e scultura

    Opere di Angelo Inganni


    Altri artisti che potrebbero interessarti

    Iscriviti alla newsletter per ricevere le mostre in preparazione e le nuove acquisizioni!

    Il sito viene aggiornato costantemente con opere inedite dei protagonisti della pittura e della scultura tra Ottocento e Novecento.

    Example

    © Copyright Berardi Galleria d'Arte S.r.l.