Hai cercato

Pittore

Antonio Ferrigno


Sei interessato alla vendita o all'acquisto delle sue opere?

Acquistiamo opere di questo artista

e di altri pittori e scultori dal XVI secolo sino alla prima metà del XX secolo

La galleria Berardi offre un servizio gratuito e senza impegno di valutazione di opere di arte antiche e moderne. Per orientarsi nel mercato dell'arte, assai complesso e pieno di sfumature, è meglio affidarsi ad un consulente professionista che sappia rispondere in maniera veloce e concreta alle tue esigenze. La chiarezza delle risposte risolverà in maniera efficace la necessità di stimare o mettere in vendita un bene.

Contattaci immediatamente senza impegno

Risposte anche in 24 ore:

Telefono

06.97.606.127

E-mail

info@berardiarte.it

Whatsapp

347.783.5083

Antonio Ferrigno

( Maiori 1863 - Salerno 1940 )

Pittore

    Antonio Ferrigno

    Antonio Ferrigno ebbe in Napoli il suo primo maestro nel di Chirico, che lo accolse giovanetto nel suo studio ed incoraggiò la buona disposizione che egli dimostrava. Mercè un piccolo sussidio, accordatogli dalla provincia del suo paese nativo, potette entrare nell’Istituto di Belle Arti di Napoli, nella classe dei frammenti, diretta dal Lista. Fece dei rapidi progressi, in modo che nell’anno scolastico 1881-82 conseguì una menzione onorevole e subito dopo un premio in danaro.

    Due anni dopo, nel 1884, frequentando la scuola di pittura, ottenne una medaglia d’argento e, per una mezza figura, un altro premio in danaro. Aveva già preso parte, nel 1882, ad una Esposizione della Salvator Rosa, di Napoli col quadro “La mia pace”, ed i buoni risultati ottenuti da questo primo tentativo lo incoraggiarono ad esporre nelle Mostre successive.

    In quelle del 1883 e 1885, i dipinti “Un vecchio sergente” e “Durante la dimora del Barone” furono acquistati dalla Società e toccarono in sorte rispettivamente al Banco di Napoli ed al Principe di Satriano G. Filangieri; “Bacia” fu acquistato dal sig. Achille Serra. Nel 1887, “Sole di marzo” fu acquistato dal Municipio di Napoli; nel 1890, “A sera” fu venduto a S. M. il Re Umberto I ed ora trovasi nella galleria di Capodimonte. Nel 1911, “L’inverno a San Remo” fu comprato da S. A. R. il Duca D’Aosta. Nel 1910 partecipò all’Esposizione dell’Associazione degli artisti di Firenze.

    Nel 1893, il Ferrigno, inaspettatamente e con meraviglia dei suoi amici, emigrò nel Brasile. Dipingendo con nuova lena ed ardore, nel nuovo continente, ed affrontando ogni difficoltà compì, tra i tanti, un quadro di grandi dimensioni dal titolo “Quitandeira” (figura di negra) che oggi decora la Galleria Nazionale di S. Paulo.

    In quel soggiorno menò a termine varii dipinti che mandò alla Mostra di S. Louis (* Non figura il nome del Ferrigno nei catalogo della sezione italiana), ove furono acquistati dal Conte di Prates e da altri amatori d’arte. e, dopo dodici anni di permanenza nel Brasile, ritornò in patria, vinto dalla nostalgia. (Fonte E.Giannelli)

    LEGGI TUTTO

    acquisto opere artisti e stima pittura e scultura

    Opere di Antonio Ferrigno


    Altri artisti che potrebbero interessarti

    Iscriviti alla newsletter per ricevere le mostre in preparazione e le nuove acquisizioni!

    Il sito viene aggiornato costantemente con opere inedite dei protagonisti della pittura e della scultura tra Ottocento e Novecento.

    Example