Hai cercato

Pittore

Carlo Cazzaniga


Sei interessato alla vendita o all'acquisto delle sue opere?

Acquistiamo opere di questo artista

e di altri pittori e scultori dal XVI secolo sino alla prima metà del XX secolo

La galleria Berardi offre un servizio gratuito e senza impegno di valutazione di opere di arte antiche e moderne. Per orientarsi nel mercato dell'arte, assai complesso e pieno di sfumature, è meglio affidarsi ad un consulente professionista che sappia rispondere in maniera veloce e concreta alle tue esigenze. La chiarezza delle risposte risolverà in maniera efficace la necessità di stimare o mettere in vendita un bene.

Contattaci immediatamente senza impegno

Risposte anche in 24 ore:

Telefono

06.97.606.127

E-mail

info@berardiarte.it

Whatsapp

347.783.5083

Carlo Cazzaniga

( Milano 1883 - 1936 )

Pittore

    Carlo Cazzaniga

    Carlo Cazzaniga nasce a Milano nel 1883. Dopo aver dimostrato una precoce propensione verso il disegno e la pittura, inizia a frequentare l’Accademia di Brera, dove studia al seguito di Vespasiano Bignami e, in un secondo momento, di Cesare Tallone.

    Pur non essendo un allievo costante, il giovane pittore milanese si forma soprattutto esercitandosi sulla copia dal vero. Unendo a questa pratica il cromatismo disinvolto e veloce di Cesare Tallone, sviluppa un linguaggio corsivo che si sprigiona soprattutto nella figura e, in minor misura, nel paesaggio.

    Un tratto veloce e sintetico: l’eredità della Scapigliatura

    Il suo esordio risale all’Esposizione braidense del 1905, in cui espone un Ritratto del nonno che gli fa ottenere il Premio Fumagalli e che gli permette, l’anno successivo, di esporre alla Mostra di Milano per il Traforo del Sempione, dove presenta la stessa opera, accompagnata anche da Ultimo raggio di sole e Visione nello specchio.

    Lo stile di Carlo Cazzaniga riflette sicuramente una conoscenza delle tendenze scapigliate milanesi degli anni Ottanta, che si trovano nell’evanescenza del tratto cromatico e nella vaporosità leggera della pennellata.

    Ben presto, il pittore ottiene i consensi della critica e del pubblico. Ne risultano diverse partecipazioni alla Biennale di Venezia, a cominciare dall’edizione del 1907, in cui espone un Ritratto. Due anni dopo, alla Mostra di Trieste, vince il primo premio con un Ritratto di signora. Nel 1910 ritorna alla Biennale con il famoso Ritratto del nonno e con Gitana, mentre l’anno successivo è presente alla Mostra Internazionale di Roma con Amiche.

    Isabella compare alla Biennale del 1912 e con Ritratto della signora Dragoni ottiene la medaglia d’oro a Milano nel 1916. Dopo l’interruzione dovuta alla Prima guerra mondiale, Carlo Cazzaniga riprende ad esporre nel 1920: con Una goccia d’azzurro ottiene il premio Principe Umberto.

    Negli ultimi anni di produzione, la sua pennellata sempre più rapida e compendiaria dà vita a paesaggi lombardi dal cromatismo tenue ed elegante. Nel 1922 espone Gioie e sole alla Biennale di Venezia, nel 1930, Vecchia villa lombarda, con cui vince il premio Fornara e che viene acquistato poi dalla Galleria d’Arte Moderna di Milano, luogo in cui sono conservate anche altre sue tele, come Modella. Sono infine da segnalare In visita, Sabato grasso, Santa Teresa, eseguita per la chiesa parrocchiale di Santa Maria Segreta a Milano. Attivo fino alla fine, muore a Milano nel 1936, a soli cinquantatré anni.

    Elena Lago

    LEGGI TUTTO

    Opere di Carlo Cazzaniga


    Altri artisti che potrebbero interessarti

    Iscriviti alla newsletter per ricevere le mostre in preparazione e le nuove acquisizioni!

    Il sito viene aggiornato costantemente con opere inedite dei protagonisti della pittura e della scultura tra Ottocento e Novecento.

    Example

    © Copyright Berardi Galleria d'Arte S.r.l.