Hai cercato

Pittore

Carlo Coppedè


Sei interessato alla vendita o all'acquisto delle sue opere?

Acquistiamo opere di questo artista

e di altri pittori e scultori dal XVI secolo sino alla prima metà del XX secolo

La galleria Berardi offre un servizio gratuito e senza impegno di valutazione di opere di arte antiche e moderne. Per orientarsi nel mercato dell'arte, assai complesso e pieno di sfumature, è meglio affidarsi ad un consulente professionista che sappia rispondere in maniera veloce e concreta alle tue esigenze. La chiarezza delle risposte risolverà in maniera efficace la necessità di stimare o mettere in vendita un bene.

Contattaci immediatamente senza impegno

Risposte anche in 24 ore:

Telefono

06.97.606.127

E-mail

info@berardiarte.it

Whatsapp

347.783.5083

Carlo Coppedè

( Firenze 1868 - 1952 )

Pittore

    Carlo Coppedè

    Carlo Coppedè, giovane pittore toscano, nato a Firenze il dì 7 agosto 1868, fece i suoi studi prima all’Accademia di Belle Arti della sua città nativa, poi pose studio da sè e cominciò subito a far quadri di genere ed acquarelli, ai quali egli non dava nessuna importanza, ma che rivelavano già in lui una squisita tempra di artista.

    Espose alla Promotrice di Firenze la prima volta, nel 1889, una “Impressione dal vero”, che fu venduta subito; indi, poco tempo dopo, nella occasione di una Mostra umoristica tenutasi al Circolo degli Artisti di Firenze, un quadro ad olio intitolato: “Il Trovatore”, che fu acquistato dal pittore Gelli, ed alcune tempere di vario genere.

    Allo stesso Circolo, in un’interessante Esposizione di bozzetti ivi tenuta, aveva esposto uno studio grande dal titolo: “Di sera”; poi nove bozzetti di paese; uno “Studio di Rose” e uno “Studio di Sole”; nonchè un altro bel lavoro: “Alla Porta San Frediano”, che fu acquistato dal pittore Niccolò Barabino.

    Quest’anno aveva alla Promotrice un bel quadro dal titolo: “Fra le zucche”, che fu il primo ad essere venduto e che venne acquistato dall’avv. Ambrosano; e altre due tele di minore importanza, ma non sprovviste anch’esse di pregi.

    Ritenendo poi che il ritratto meglio corrisponda al suo fine, riproducendo l’impressione generale del vero senza curar troppo i particolari, il Coppedè ha eseguito in poco tempo, con un sistema rapido e caratteristico, alcuni ritratti di amici suoi, che hanno il pregio di una rassomiglianza somma e di una vivacità di espressione non comune.

    Tra questi ricordiamo i ritratti dello scultore Testi, del pittore Rambelli, e dell’artista drammatico Ermete Novelli.

    Il Coppedè giovanissimo fra i giovani pittori fiorentini, è quello che, senza dubbio ha dimostrato fin qui le più spiccate doti di artista originale e valente, tali da far bene sperare in un brillante avvenire.

     

    LEGGI TUTTO

    acquisto opere artisti e stima pittura e scultura

    Opere di Carlo Coppedè


    Altri artisti che potrebbero interessarti

    Iscriviti alla newsletter per ricevere le mostre in preparazione e le nuove acquisizioni!

    Il sito viene aggiornato costantemente con opere inedite dei protagonisti della pittura e della scultura tra Ottocento e Novecento.

    Example

    © Copyright Berardi Galleria d'Arte S.r.l.