Hai cercato

Pittore

Carlo Vitale


Sei interessato alla vendita o all'acquisto delle sue opere?

Acquistiamo opere di questo artista

e di altri pittori e scultori dal XVI secolo sino alla prima metà del XX secolo

La galleria Berardi offre un servizio gratuito e senza impegno di valutazione di opere di arte antiche e moderne. Per orientarsi nel mercato dell'arte, assai complesso e pieno di sfumature, è meglio affidarsi ad un consulente professionista che sappia rispondere in maniera veloce e concreta alle tue esigenze. La chiarezza delle risposte risolverà in maniera efficace la necessità di stimare o mettere in vendita un bene.

Contattaci immediatamente senza impegno

Risposte anche in 24 ore:

Telefono

06.97.606.127

E-mail

info@berardiarte.it

Whatsapp

347.783.5083

Carlo Vitale

( Milano 1902 - Camogli 1996 )

Pittore

    Carlo Vitale

    Carlo Vitale nasce a Milano nel 1902. Nel 1920 entra nell’Accademia di Belle Arti di Milano che conclude due anni dopo. Nel 1924, partecipa già alla sua prima Biennale di Venezia con Sole invernale che lo rende subito noto agli occhi della critica.

    Completa la sua formazione tra Roma e Firenze, entrando nel clima del ritorno all’ordine attraverso un cromatismo tenue e delicato accompagnato da un formalismo saldo e allo stesso tempo fatto di morbidezze tonali e disegnative che lo rendono un pittore riflessivo e lirico.

    Un novecentismo aggraziato

    Nel suo studio milanese, per tutti gli anni Venti e Trenta eseguirà le opere che lo porteranno al successo nelle esposizioni italiane ed estere. Alla Biennale di Venezia del 1930 presenta Donna che aggiusta i fiori, mentre alla Quadriennale di Roma del 1935 mostra anche la sua attività di incisore con quattro acqueforti dal disegno lineare e dalla impeccabile perizia tecnica e disegnativa. Nel 1933, alla Bottega d’Arte di Livorno, espone diverse opere, tra cui Cocottine al caffè, dipinto del 1930. La pennellata evidente e corposa e le tonalità tenui riescono a esprimere la vitalità di un caffè brulicante di persone e di voci che sembrano emergere dal dipinto di matrice impressionista.

    La pittura di Carlo Vitale, meditativa e sincera, nasce dal racconto di una dolce quotidianità a tratti silenziosa, a tratti enigmatica, che sembra spesso avvicinarsi alle derivazioni del realismo magico, come si nota da alcuni dipinti tra cui il Riposo nello studio presentato a Milano nel 1930.

    Nel corso dei decenni tra le due guerre, molto frequenti sono i soggiorni del pittore a Parigi, dove decide di trasferirsi nel 1936. Espone al Salon e partecipa alla vita culturale parigina almeno fino allo scoppio della seconda guerra mondiale.

    Nel 1940, si trasferisce per un breve periodo a Berna e poi rientra in Italia. Nel dopoguerra riapre il suo studio milanese e partecipa a numerose mostre collettive e personali, non solo in Italia, ma anche all’estero. I suoi soggetti prediletti sono soprattutto ispirati dalla vita parigina, di cui descrive con briose tonalità la vita nelle strade e nei caratteristici caffè.

    Impegnatissimo con diverse mostre e con l’insegnamento all’Accademia di Brera nel corso degli anni Sessanta e Settanta, passa comunque lunghi periodo a Camogli, che diventa il suo rifugio della maturità. Molte sono le opere ispirate dai luoghi della Liguria, che si ritrovano soprattutto nei paesaggi degli ultimi anni. Muore proprio a Camogli nel 1996, a novantaquattro anni.

    Elena Lago

    LEGGI TUTTO

    acquisto opere artisti e stima pittura e scultura

    Opere di Carlo Vitale


    Altri artisti che potrebbero interessarti

    Iscriviti alla newsletter per ricevere le mostre in preparazione e le nuove acquisizioni!

    Il sito viene aggiornato costantemente con opere inedite dei protagonisti della pittura e della scultura tra Ottocento e Novecento.

    Example

    © Copyright Berardi Galleria d'Arte S.r.l.