Hai cercato

Pittore

Domenico Bartolini


Sei interessato alla vendita o all'acquisto delle sue opere?

Acquistiamo opere di questo artista

e di altri pittori e scultori dal XVI secolo sino alla prima metà del XX secolo

La galleria Berardi offre un servizio gratuito e senza impegno di valutazione di opere di arte antiche e moderne. Per orientarsi nel mercato dell'arte, assai complesso e pieno di sfumature, è meglio affidarsi ad un consulente professionista che sappia rispondere in maniera veloce e concreta alle tue esigenze. La chiarezza delle risposte risolverà in maniera efficace la necessità di stimare o mettere in vendita un bene.

Contattaci immediatamente senza impegno

Risposte anche in 24 ore:

Telefono

06.97.606.127

E-mail

info@berardiarte.it

Whatsapp

347.783.5083

Domenico Bartolini

( Roma 1827 - 1884 )

Pittore

    Domenico Bartolini

    Domenico Bartolini nasce a Roma nel 1827. Sappiamo poco degli anni della sua formazione e della prima produzione, ma è ormai accertata la sua frequentazione dell’Accademia di San Luca, sotto la guida di Tommaso Minardi, che lo introduce al Purismo. In seguito, è anche allievo di Francesco Coghetti. Inizia la sua carriera attorno agli anni Quaranta dell’Ottocento, seguendo inizialmente gli stilemi puristi ed una pittura particolarmente incentrata sulla narrazione sacra.

    Gli esordi: il Purismo ereditato da Minardi

    Risalgono al 1842 due tele per una cappella in Sant’Andrea delle Fratte con L’apparizione dell’Immacolata all’israelita Alfonso Ratisbonne e con Il Battesimo di Alfonso di Ratisbonne. Entrambe modulate su tonalità fredde e su un’atmosfera pura e rarefatta non lasciano spazio al dramma umano, perché svelano un’espressività attentamente calibrata e un rimo scandito da ombre e luci.

    Tra gli anni Quaranta e Cinquanta, Domenico Bartolini lavora nel suo studio in via Margutta 42, dedicandosi soprattutto a soggetti di genere e biblici, che espone alla Mostra degli Amatori e Cultori di Belle Arti di Roma del 1851: La colazione, Abele morente, Due cappuccini intenti ad una sacra lettura.

    Tra soggetti sacri e di genere

    Intorno al 1856, si occupa della decorazione delle vele della cupola di Sant’Isidoro, con ritratti di santi, tra cui Sant’Antonio da Padova, Fra’ Giovanni Duns Scoto, San Bonaventura, San Francesco e San Bernardino da Siena, mentre per la volta dell’altare maggiore esegue La preghiera dell’uliveto, che rispetta, ancora una volta, l’esigenza purista di un sereno ed equilibrato ritorno alla compostezza della pittura quattrocentesca, rinnovata da una certa vaporosità dei toni.

    Nel 1858, Domenico Bartolini sposta il suo studio da via Margutta a via Condotti. A partire da questo momento, inaugura la scelta di dedicarsi con più assiduità ai soggetti di genere, prediligendo piccole scene aneddotiche tratte dalla quotidianità popolare di Roma e della provincia Sabina. Nella sua produzione più leggera, si trovano anche scene orientaliste e piccole ricostruzioni storiche di matrice neo pompeiana, eseguite con particolare scioltezza cromatica.

    Non abbandona, nel frattempo, le committenze religiose: nel 1862 realizza per San Paolo Fuori le Mura San Paolo in Gerusalemme è eccitato dagli angeli a star saldo nella fede e San Paolo davanti al preside Felice in Cesarea del sud. Risale al 1866 la sua unica partecipazione ad Promotrice, quella di Firenze, in cui presenta l’Allegoria del defunto Cavour.

    I dati biografici riguardo i decenni successivi scarseggiano particolarmente e ci conducono direttamente agli anni Ottanta dell’Ottocento, quando Domenico Bartolini viene incaricato dalla Sovrintendenza agli scavi di Roma di copiare gli affreschi etruschi di alcune tombe di Tarquinia. Muore a Roma nel 1884.

    Elena Lago

    LEGGI TUTTO

    acquisto opere artisti e stima pittura e scultura

    Opere di Domenico Bartolini


    Altri artisti che potrebbero interessarti

    Iscriviti alla newsletter per ricevere le mostre in preparazione e le nuove acquisizioni!

    Il sito viene aggiornato costantemente con opere inedite dei protagonisti della pittura e della scultura tra Ottocento e Novecento.

    Example

    © Copyright Berardi Galleria d'Arte S.r.l.