Hai cercato

Pittore

Eugenio Spreafico


Sei interessato alla vendita o all'acquisto delle sue opere?

Acquistiamo opere di questo artista

e di altri pittori e scultori dal XVI secolo sino alla prima metà del XX secolo

La galleria Berardi offre un servizio gratuito e senza impegno di valutazione di opere di arte antiche e moderne. Per orientarsi nel mercato dell'arte, assai complesso e pieno di sfumature, è meglio affidarsi ad un consulente professionista che sappia rispondere in maniera veloce e concreta alle tue esigenze. La chiarezza delle risposte risolverà in maniera efficace la necessità di stimare o mettere in vendita un bene.

Contattaci immediatamente senza impegno

Risposte anche in 24 ore:

Telefono

06.97.606.127

E-mail

info@berardiarte.it

Whatsapp

347.783.5083

Eugenio Spreafico

( Monza 1856 - Magreglio 1919 )

Pittore

    Eugenio Spreafico

    E’ un eccellente paesista e riesce anche bene nei lavori di genere, i quali sono stati lodati assai dai visitatori dell’Esposizione. Notevoli e numerosi sono i suoi dipinti. Espose, nel 1881, a Milano: “Aprile”; “Pioggia di foglie autunnali”; “I fiori del Sagrestano”; “Tramonto”; “Bosco”; “In processione”, quadro di genere. Nella medesima città, nel 1883, alcune pitture dal titolo: “Quanto sa di sale, lo pane altrui”; “Benedizione delle case”; “Amore allo studio”, oltre ad un interessante “Studio di vero”. Nel 1883, a Roma: “Ritorno alla Cascina”; “Nel parco di Monza”.

    Notevoli per verità di riproduzioni e per eccellente esecuzione sono alcuni dipinti che s’ammiravano all’Esposizione di Belle Arti in Torino, nel 1884, e sono: “Nozze paesane”; “L’Ave Maria del mattino”; “Sabato”. Nel 1886 a Milano: “In Cascina”; “Puerpera”; “Idillio”; “Dal mercato”. A Venezia, nel 1887, altre pitture encomiabili: “Gioie”; “Dolori”; “Lavoro”. Un’altra pittura che rappresentava: “Mamme contadine coi bimbi in collo in giorno di festa”, fu molto ammirata, sebbene non premiata al concorso Fumagalli di Milano.

    Prese parte ancora all’Esposizione di Belle Arti di Bologna, nel 1888, con due riuscitissimi quadri, dei quali uno è una illustrazione dei versi di Dante: «…. L’altra, traendo alla rocca la chioma Favoleggiava….». Dello Spreafico così si legge nella ‘Cronaca’ dell’Esposizione di Belle Arti: «Eugenio Spreafico è un altro dei componenti il gruppo di Monza e che ha percorso già un ben lungo cammino.

    I frequentatori dell’Esposizione di Belle Arti ne conoscono il nome da tempo, consegnato ad opere egregie, che non si dimenticano, si ricordano anzi come quelle che vi hanno lasciato una dolce e serena impressione.

    Poichè esso è anche un illustratore della natura e il suo paesaggio (è la pittura ch’egli predilige), raccoglie sempre con un equilibrio e una armonia mirabili, l’impressione vera, esatta, parlante di un dato momento e di un dato sentimento, che sono da lui resi con amor grande d’artista inteso a fare del quadro l’opera d’arte.

    Così noi abbiamo visto quest’anno a Brera come le qualità dell’artista siano state fortemente affermate nelle sue opere. E nella più importante di esse: “A fulgore et a tempestate, libera nos Domine”, l’estrinsecazione del concetto è così evidente da farne uno dei quadri davanti a cui il pubblico più numeroso e più volentieri ha sostato.

    Il pennello dello Spreafico possiede una sensibilità straordinaria d’impressione e risponde, interpetra con sicurezza la mano e la mente che lo guidano: non incertezze, non pentimenti, non la fatica, mai lo raggiungono: sia che voglia rendere una festa di luce, od il tenebrose innondante il paesaggio, lo Spreafico intende a fare esprimere alla sua tela una impressione veramente sentita, e l’impronta del vero esce da essa sempre uguale, sempre forte».

    LEGGI TUTTO

    acquisto opere artisti e stima pittura e scultura


    Altri artisti che potrebbero interessarti

    Iscriviti alla newsletter per ricevere le mostre in preparazione e le nuove acquisizioni!

    Il sito viene aggiornato costantemente con opere inedite dei protagonisti della pittura e della scultura tra Ottocento e Novecento.

    Example

    © Copyright Berardi Galleria d'Arte S.r.l.