Hai cercato

Pittore

Francesco Berbieri detto il Guercino


Sei interessato alla vendita o all'acquisto delle sue opere?

Acquistiamo opere di questo artista

e di altri pittori e scultori dal XVI secolo sino alla prima metà del XX secolo

La galleria Berardi offre un servizio gratuito e senza impegno di valutazione di opere di arte antiche e moderne. Per orientarsi nel mercato dell'arte, assai complesso e pieno di sfumature, è meglio affidarsi ad un consulente professionista che sappia rispondere in maniera veloce e concreta alle tue esigenze. La chiarezza delle risposte risolverà in maniera efficace la necessità di stimare o mettere in vendita un bene.

Contattaci immediatamente senza impegno

Risposte anche in 24 ore:

Telefono

06.97.606.127

E-mail

info@berardiarte.it

Whatsapp

347.783.5083

Francesco Berbieri detto il Guercino

( Cento 1591 - Bologna 1666 )

Pittore

    Francesco Berbieri detto il Guercino

    Francesco Barbieri detto il Guercino nasce a Cento nel 1591. Dopo la prima formazione presso pittori locali, il padre decide di assecondare il suo talento facendolo trasferire a Bologna nel 1609. Inizialmente, la maniera del giovanissimo pittore si fonda su uno spiccato naturalismo, adeguato anche allo studio della pittura ferrarese di Dosso Dossi.

    Un “miracolo da far stupire chi vede le sue opere”

    Ludovico Carracci, che di lui scrive, in una lettera riportata da Cesare Malvasia, «è gran disegnatore e felicissimo coloritore: è mostro di natura e miracolo da far stupire chi vede le sue opere», ha il merito di assecondare il naturalismo di Guercino, facendolo adattare alla cultura bolognese, attraverso l’introduzione ad uno spiccato pittoricismo che in lui si traduce soprattutto nell’impiego di suggestivi effetti di luce. Questi si ritrovano sin dalla sua prima produzione di Madonne col Bambino, in cui procede per sapienti gradazioni tonali, ben evidenti, ad esempio, nella Madonna della pappa di Stoccolma.

    Dopo il soggiorno veneziano del 1618, il cromatismo di Guercino si fa ancora più complesso e diviene la chiave di lettura della sua poetica. Non solo effetti luministici e di chiaroscuro, ma anche l’uso di una gamma intensa e piena che si manifestano compiutamente in alcune opere come il San Sebastiano curato da Irene, conservato nella Pinacoteca Nazionale di Bologna.

    Opera del 1619, è stata eseguita per il cardinale Serra e non nasconde certo il debito che il pittore ha nei confronti di Ludovico Carracci, osservato sin dalla tenera età nella chiesa dei Cappuccini di Cento, dove era conservata la Sacra famiglia con San Francesco e i donatori, soprannominata affettuosamente da Guercino la sua “Carraccina”. Naturalismo e luminismo si fondono in un effetto avvolgente e sciolto che troverà compimento con il suo trasferimento a Roma all’inizio degli anni Venti del Seicento.

    Tra naturalismo e Barocco: l’Aurora

    Chiamato dal cardinale Ludovisi, nipote di Gregorio XV, nel periodo romano Guercino riesce a raggiungere la maturità, nella gestione degli accordi cromatici e compositivi, coniugandoli con l’illusionismo barocco e con un sapiente dinamismo d’insieme. Nella decorazione del Casino Ludovisi, collabora con il quadraturista Agostino Tassi: nell’Aurora che scaccia la Notte della volta, le figure di Guercino si inseriscono tra le vertiginose architetture in prospettiva di Tassi.

    Lo sfondamento, la luminosità e la penombra creata anche dalle bianche nuvole che solcano il cielo insieme al carro sono la risposta barocca al classicismo dell’Aurora eseguita da Guido Reni in Palazzo Rospigliosi Pallavicini.

    Rientrato a Cento nel 1623, continua a lavorare incessantemente, dando vita a capolavori quali Il ritorno del figliol prodigo conservato alla Galleria Borghese. Dopo il 1630 è il momento della tarda maniera, in cui il pittore ritorna ad un classicismo dai chiaroscuri smorzati e dal disegno immediato e vivo, dunque ad una mediazione che vede l’affacciarsi dell’influenza di Reni.

    Elena Lago

    LEGGI TUTTO

    Opere di Francesco Berbieri detto il Guercino


    Altri artisti che potrebbero interessarti

    Iscriviti alla newsletter per ricevere le mostre in preparazione e le nuove acquisizioni!

    Il sito viene aggiornato costantemente con opere inedite dei protagonisti della pittura e della scultura tra Ottocento e Novecento.

    Example