Hai cercato

Pittore

Francesco Coghetti


Sei interessato alla vendita o all'acquisto delle sue opere?

Acquistiamo opere di questo artista

e di altri pittori e scultori dal XVI secolo sino alla prima metà del XX secolo

La galleria Berardi offre un servizio gratuito e senza impegno di valutazione di opere di arte antiche e moderne. Per orientarsi nel mercato dell'arte, assai complesso e pieno di sfumature, è meglio affidarsi ad un consulente professionista che sappia rispondere in maniera veloce e concreta alle tue esigenze. La chiarezza delle risposte risolverà in maniera efficace la necessità di stimare o mettere in vendita un bene.

Contattaci immediatamente senza impegno

Risposte anche in 24 ore:

Telefono

06.97.606.127

E-mail

info@berardiarte.it

Whatsapp

347.783.5083

Francesco Coghetti

( Bergamo 1801 - Roma 1875 )

Pittore

    Francesco Coghetti

    Francesco Coghetti nasce a Bergamo nel 1801. Terminato il ginnasio, dal 1816 frequenta l’Accademia Carrara di Bergamo, dove è allievo di Giuseppe Diotti e dove stringe amicizia con Giovanni Carnovali detto il Piccio. Con lui, nel 1818, vince a pari merito il premio per il disegno della testa e del torso del Laocoonte.

    Nel 1821, appena ventenne, vince il concorso dell’Accademia di Brera con il dipinto di tema biblico Gedeone e gli Israeliti alla fontana di Arad. Grazie ai meriti ricevuti, nello stesso anno si trasferisce a Roma, per perfezionarsi nello studio di Vincenzo Camuccini, che lo indirizza ad un linguaggio chiaro e armonioso di matrice neoclassica.

    Sono gli anni in cui realizza una serie di pale d’altare per chiese del bergamasco, da cui continua a ricevere committenze nonostante il trasferimento a Roma. Qui, comunque, crea una rete di conoscenze e di amicizie: si lega ad esempio Gaetano Donizetti, di cui esegue il Ritratto nel 1832.

    Come accennato, il rapporto con la città natale non si affievolisce mai, sia dal punto di vista delle suggestioni stilistiche, sia dal punto di vista delle committenze. Nel 1833, infatti, torna a Bergamo per affrescare la cupola del Duomo, a cui poi metterà mano di nuovo negli anni Cinquanta per il repentino deterioramento, realizzando la Gloria di Sant’Alessandro.

    Nel 1834 viene nominato Accademico di San Luca e l’anno successivo riceve una delle committenze più importanti: il principe Alessandro Torlonia lo incarica di decorare la sua Villa sulla Nomentana. Vi realizza Le storie di Alessandro Magno nel salone, Il Parnaso nella sala da ballo e Figure allegoriche nel casino.

    Decora poi il Teatro di Apollo a Tordinona con i Mesi poi staccati e oggi in collezione privata, e il Palazzo Torlonia in Piazza Venezia con Storie di Ercole e Storie di Psiche e Francesco I re di Francia accoglie il pennello di Tiziano, tutti andati distrutti. Ancora, nel 1840, per Don Mario Torlonia esegue nel Palazzo di via Condotti Scene dalla vita dei Gracchi e Scene dai Promessi Sposi.

    Unendo il classicismo di Camuccini ad uno spiccato avvicinamento al Purismo, sempre intessuto della lezione cromatica veneta, Coghetti realizza una serie di ritratti negli anni Quaranta, insieme ad alcuni dipinti di storia. Nel 1844 espone a Brera Le nozze di Amore e Psiche, l’anno successivo realizza L’uccisione di Galeazzo Maria Sforza in Santo Stefano.

    Alla fine degli anni Quaranta esegue L’Assunta Storie della Vergine nella Cattedrale di Savona e poco dopo si dedica alla decorazione di San Paolo fuori le mura e di San Carlo ai Catinari. Nel 1858 viene nominato professore di pittura all’Accademia di San Luca, mantenendo l’incarico fino al 1873.

    Continua a decorare numerosi edifici pubblici, come la Cattedrale di Piacenza, il sipario del Teatro di Spoleto, il Duomo di Bergamo e i Santi Apostoli. Negli ultimi anni, nonostante la sua intensa e premiata carriera, riceve pochissime committenze e muore quasi dimenticato a Roma nel 1875, dopo che gli viene tolta la cattedra di pittura a San Luca.

    LEGGI TUTTO

    acquisto opere artisti e stima pittura e scultura

    Opere di Francesco Coghetti


    Altri artisti che potrebbero interessarti

    Iscriviti alla newsletter per ricevere le mostre in preparazione e le nuove acquisizioni!

    Il sito viene aggiornato costantemente con opere inedite dei protagonisti della pittura e della scultura tra Ottocento e Novecento.

    Example

    © Copyright Berardi Galleria d'Arte S.r.l.