Hai cercato

Pittore

Griffo Saporito Francesco


Sei interessato alla vendita o all'acquisto delle sue opere?

Acquistiamo opere di questo artista

e di altri pittori e scultori dal XVI secolo sino alla prima metà del XX secolo

La galleria Berardi offre un servizio gratuito e senza impegno di valutazione di opere di arte antiche e moderne. Per orientarsi nel mercato dell'arte, assai complesso e pieno di sfumature, è meglio affidarsi ad un consulente professionista che sappia rispondere in maniera veloce e concreta alle tue esigenze. La chiarezza delle risposte risolverà in maniera efficace la necessità di stimare o mettere in vendita un bene.

Contattaci immediatamente senza impegno

Risposte anche in 24 ore:

Telefono

06.97.606.127

E-mail

info@berardiarte.it

Whatsapp

347.783.5083

Griffo Saporito Francesco

( Palermo 1851 - ? )

Pittore

    Griffo Saporito Francesco

    Scultore siciliano, nato in Palermo nel 1851. Orfano di padre e appassionatissimo per la scultura, la madre lo pose a studiare sotto il prof. Nunzio Morello, che allora teneva cattedra di scultura nella città di Palermo.

    Studiò per due anni plastica e disegno, quindi modellò la “Nina siciliana” al vero e l’espose insieme agli altri suoi lavori “L’ultima passeggiata del Tasso” e “Fra Gaudenzio” in una sala del Municipio di Palermo, ove incontrarono moltissimo.

    Poco dopo nella Esposizione di Belle Arti tenutasi in Palermo in occasione del Congresso degli Scienziati, modellò “La vocazione di Bertolini fanciullo” che fu ammirata da ognuno; anzi il principe Umberto lo volle conoscere e lo colmò di elogi.

    “Il sospetto”; “La tratta dei fanciulli” e il “Volere è potere” esposti tutti e tre alla stessa Mostra, furono acquistati il primo dal marchese di San Gabriele, il secondo dal prof. Filippo Basile e il terzo dal Municipio di Palermo.

    Per la Mostra di Napoli plasmò al naturale “Antonio Toscano”; “La San Felice” e fu unanimemente lodato dalla stampa napoletana.

    Modellò in seguito a concorso il busto dell’eroe del 4 aprile “Francesco Rizzo”, che si ammira nel Giardino Garibaldi in Palermo.

    Fu premiato con medaglia alla Mostra di Messina per “Una testa di marinaio” in terracotta, e in terracotta pure modellò la “Cattiva pesca” di proprietà Florio, “L’orgia dopo il sacco di Roma”; che adorna il palazzo Thomas, e i “Giuocatori” acquistati dal signor Whitaker-Ingham.

    “L’ubriaco deriso” e i “Saltimbanchi” pure in terracotta esposti a Roma, ebbero l’onore di venire disegnati per l’Album di S. M. la Regina.

    Chiamato nel 1883 alla direzione dello Stabilimento di ceramica Florio e Varvano, disimpegnò il mandato con alacrità e abilità non comuni, indirizzando per una via nuova, e scostandosi dal comune, la difficile arte della Ceramica, come lo attestano gl’innumerevoli lavori eseguiti sotto la sua direzione.

    Per ultimo aggiungiamo che questo artista accoppia ad una non comune abilità una modestia senza pari.

     

    LEGGI TUTTO

    acquisto opere artisti e stima pittura e scultura


    Altri artisti che potrebbero interessarti

    Iscriviti alla newsletter per ricevere le mostre in preparazione e le nuove acquisizioni!

    Il sito viene aggiornato costantemente con opere inedite dei protagonisti della pittura e della scultura tra Ottocento e Novecento.

    Example

    © Copyright Berardi Galleria d'Arte S.r.l.