Hai cercato

Pittore

Garzia Fioresi


Sei interessato alla vendita o all'acquisto delle sue opere?

Acquistiamo opere di questo artista

e di altri pittori e scultori dal XVI secolo sino alla prima metà del XX secolo

La galleria Berardi offre un servizio gratuito e senza impegno di valutazione di opere di arte antiche e moderne. Per orientarsi nel mercato dell'arte, assai complesso e pieno di sfumature, è meglio affidarsi ad un consulente professionista che sappia rispondere in maniera veloce e concreta alle tue esigenze. La chiarezza delle risposte risolverà in maniera efficace la necessità di stimare o mettere in vendita un bene.

Contattaci immediatamente senza impegno

Risposte anche in 24 ore:

Telefono

06.97.606.127

E-mail

info@berardiarte.it

Whatsapp

347.783.5083

Garzia Fioresi

( Vigevano 1898 - Bologna 1968 )

Pittore

    Garzia Fioresi

    Garzia Fioresi, pseudonimo di Alfredo Grandi, nasce a Vigevano nel 1888. Nel 1902 si trasferisce con la famiglia a Bologna e vi frequenta l’Accademia di Belle Arti fino al 1908. Risale proprio al 1908 il Ritratto di vecchio con cappello nero, una delle prime opere dell’artista. Dopo questo inizio, si arruola nell’esercito e vi rimane per circa dieci anni, partecipando alla guerra di Libia.

    Ciononostante, riesce comunque a partecipare ad una serie di rassegne: nel 1913 invia alla mostra della Secessione romana La bimba e Il ritratto del dottor G.G., a quella del 1914 MariaLa famigliaLa griglia verdeUn pensiero e La musica, infine a quella del 1916 un Autoritratto.

    Nel frattempo Ragazza col tombolo compare alla Biennale del 1912 e Il padre e le sorelle a quella del 1914. In queste opere è evidente l’adesione ai modi del post impressionismo, tutti concentrati sull’importanza della figura, non solo dal punto di vista plastico, ma anche cromatico. Il colore ha è infatti fondamentale in questa fase: modulato in modo equilibrato e sapiente, rappresenta il fulcro di alcune opere di grande significato e di intima fattezza.

    Dopo aver combattuto sull’Altopiano di Asiago durante la prima guerra mondiale, ritorna ad esporre assiduamente, ma con una consapevolezza maggiore e con un entusiasmo espressivo minore rispetto al periodo secessionista.

    Affianca ai dipinti di figura paesaggi e scene naturalistiche, come avviene alla Fiorentina Primaverile del 1922, in cui presenta CalanchiMamma e bambinaLa nonnaProfugheSpiaggia di NapoliSavena e Un soldato, dipinto eseguito nel 1916, durante la guerra. Gli anni Venti sono caratterizzati da una tendenza al ritorno all’ordine che lo fa allontanare dal cromatismo degli anni antecedenti alla guerra.

    Assimilando alcuni elementi di Armando Spadini, dà vita ad una pittura silenziosa, intima, dedicata ai temi familiari, trattati con reminiscenza renoiriana. Un soggiorno a Portici lo fa avvicinare ancora di più al paesaggio, che sempre con maggiore frequenza appare alle esposizioni.

    Alla Biennale di Venezia del 1922 invia Bambine, a quella del 1924 I finiti, un dipinto che mostra anche una certa coscienza sociale e una spiccata propensione verso un realismo schietto e sincero. Lo stesso vale per Madre e figlia e soprattutto per Gli emigranti, tele presentate alla Biennale del 1926, mentre a quella del 1928 compaionoCampagna bologneseTesta d’artista e Madonna. Negli anni Venti frequenta assiduamente il letto del fiume Savena e l’Appennino Tosco-Emiliano, rendendolo protagonista di numerosi suoi paesaggi e scene intime come Bambina in campagna, presentato alla Biennale del 1930.

    Al 1931 risale la sua partecipazione alla I Quadriennale romana con LavandaieI rifiuti e Lavatoio. Al 1935 la seconda, con Donna che si pettinaUomo che si rade e Ragazza, dipinti attentissimi alla gestualità umana in momenti di solitudine e di introspezione.

    Alla Quadriennale del 1943 gli viene dedicata una sala personale in cui espone dieci opere tra cui Suonatrice e una serie di Nature morte. Continua a dipingere fino agli anni Cinquanta, muore a Bologna nel 1968.

    LEGGI TUTTO

    acquisto opere artisti e stima pittura e scultura

    Opere di Garzia Fioresi


    Altri artisti che potrebbero interessarti

    Iscriviti alla newsletter per ricevere le mostre in preparazione e le nuove acquisizioni!

    Il sito viene aggiornato costantemente con opere inedite dei protagonisti della pittura e della scultura tra Ottocento e Novecento.

    Example

    © Copyright Berardi Galleria d'Arte S.r.l.