Hai cercato

Pittore

Gennaro Villani


Sei interessato alla vendita o all'acquisto delle sue opere?

Acquistiamo opere di questo artista

e di altri pittori e scultori dal XVI secolo sino alla prima metà del XX secolo

La galleria Berardi offre un servizio gratuito e senza impegno di valutazione di opere di arte antiche e moderne. Per orientarsi nel mercato dell'arte, assai complesso e pieno di sfumature, è meglio affidarsi ad un consulente professionista che sappia rispondere in maniera veloce e concreta alle tue esigenze. La chiarezza delle risposte risolverà in maniera efficace la necessità di stimare o mettere in vendita un bene.

Contattaci immediatamente senza impegno

Risposte anche in 24 ore:

Telefono

06.97.606.127

E-mail

info@berardiarte.it

Whatsapp

347.783.5083

Gennaro Villani

( Napoli 1885 - 1948 )

Pittore

    Gennaro Villani

    Compiuti gli studii tecnici molto giovane, pensò bene di dedicarsi all’arte che era il suo sogno dorato. S’inscrisse, quindi, all’Istituto di Belle Arti di Napoli nel 1901 e piuttosto rapidamente completò i varii corsi, ottenendo la licenza di pittura nel 1907. Nello stesso anno vinse la Borsa di studio regionale di lire duemila ed un viaggio d’istruzione a Venezia.

    Si dedicò segnatamente alla pittura di paese e si diede anima e corpo allo studio del vero, nel quale non tardò a produrre pitture veramente pregevoli che gli fruttarono le lodi degli artisti e del pubblico. Non mancò di studiare la figura, cosi nel paese che nella figura, con diverse tecniche.

    Si è distinto in molte Esposizioni italiane ed estere. Lavora con pari successo ad olio ed a pastello. E nel 1904, ancora studente, prese parte, per la prima volta, alla Mostra della Salvator Rosa con tre quadretti: “Ritorno dal pascolo”, “In perlustrazione” e “Interno rustico”. I suoi progressi nell’arte furono visibilissimi e nelle Promotrici del 1906 e 1911 comparvero altri suoi quadri e “Tramonto a Posillipo” e “Pioggia” furono acquistati dalla Società e toccarono in sorte rispettivamente a S. M. il Re Vittorio Emanuele III e alla signorina Olivia Liberti.

    Nello stesso anno 1911 “La costiera divina”, (da Sorrento ad Amalfi), fu acquistato dal Comitato pel Cinquantenario; “Macchietta” offerto gentilmente in dono dall’autore alla Società, toccò in sorte all’Ing. Giuseppe Tamaio. Lavori di questo giovane artista hanno figurato nelle Esposizioni di Belle Arti di Firenze del 1906, 1907, 1908, 1909 e 1910. Al Salon di Dresda del 1910 il quadro “Amalfi” fu acquistato dallo scultore Bartholomè.

    Ha riportato due premii: all’Esposizione di Rimini del 1909 la medaglia d’argento ed alla Mostra di Barcellona del 1911 la menzione onorevole. Ha fatto anche parte del Comitato promotore, e nel contempo esponente, della l.a Esposizione Giovanile d’Arte della città di Napoli nel 1909. In questa Mostra ottenne la medaglia d’argento concessa dal Ministero della Pubblica Istruzione. Ricordiamo pure i suoi quadri nelle Sale della Prima Mostra Nazionale di Arte pura ed applicata promossa dalla Bernardo Celentano nel 1910 in Napoli.

    LEGGI TUTTO

    acquisto opere artisti e stima pittura e scultura

    Opere di Gennaro Villani


    Altri artisti che potrebbero interessarti

    Iscriviti alla newsletter per ricevere le mostre in preparazione e le nuove acquisizioni!

    Il sito viene aggiornato costantemente con opere inedite dei protagonisti della pittura e della scultura tra Ottocento e Novecento.

    Example
    © Copyright Berardi Galleria d'Arte S.r.l.