Hai cercato

Pittore

Giacomo Conti


Sei interessato alla vendita o all'acquisto delle sue opere?

Acquistiamo opere di questo artista

e di altri pittori e scultori dal XVI secolo sino alla prima metà del XX secolo

La galleria Berardi offre un servizio gratuito e senza impegno di valutazione di opere di arte antiche e moderne. Per orientarsi nel mercato dell'arte, assai complesso e pieno di sfumature, è meglio affidarsi ad un consulente professionista che sappia rispondere in maniera veloce e concreta alle tue esigenze. La chiarezza delle risposte risolverà in maniera efficace la necessità di stimare o mettere in vendita un bene.

Contattaci immediatamente senza impegno

Risposte anche in 24 ore:

Telefono

06.97.606.127

E-mail

info@berardiarte.it

Whatsapp

347.783.5083

Giacomo Conti

( Messina 1813 - Firenze 1888 )

Pittore

    Giacomo Conti

    Pittore siciliano, nato in Messina il 2 novembre 1818; socio onorario di varie Accademie e Cavaliere della Corona d’Italia.

    Studiò in Napoli e in Roma sotto il celebre pittore Coghetti di Bergamo; quindi in Firenze e a Siena, dove fu ammesso per le premure che egli fece al Direttore di quell’Accademia, cavalier Francesco Cenci.

    Fu anzi sotto la sua direzione che il Conti principiò e portò a fine “La disfida di Barletta”, il quale non appena esposto a Firenze, veniva acquistato da S. A. I. la Granduchessa di Toscana.

    I suoi quattro grandi quadri di soggetti storici, che dipinse in Firenze per commissione di un ricco inglese, cioè: “Il primo settembre 1847 a Messina”; “Il 12 gennaio 1848 a Palermo”; “Le cinque giornate a Milano”; e “La Proclamazione della Repubblica a Venezia”, riscossero il plauso degli intelligenti per la ben trovata intonazione dei colori e la buona disposizione delle figure.

    Altre sue opere sono: “I novellatori del Decamerone”, acquistato dal Municipio di Messina; l’affresco nella soffitta di Santa Maria della Scala; “San Benedetto nella grotta di Subiaco che riceve dai loro genitori due giovinetti patrizi romani”.

    Incaricato dal Municipio di Messina, eseguì a Napoli i ritratti del Re e della Regina delle Due Sicilie e del fratello del Re, Leopoldo conte di Siracusa, al quale fece presente del suo quadro la “Rivoluzione di Palermo”, fatto a Firenze.

    Altre opere del Conti assai stimate sono: “La danza delle Ore o Stagioni”; “Il Re delle Due Sicilie Federigo II che riceve dal filosofo inglese Michele Scoto la traduzione delle opere di Aristotile”; “L’Apparizione di Banco a Macbeth”; “La morte di Romeo nelle braccia di Giulietta”; “Il Falconiere”; “La Baccante”; “L’Addolorata”; “Il Vespro Siciliano”; “La Parabola del buon Samaritano”; “Il martirio di San Sebastiano”; “Resurrezione di Cristo”; “La leggenda di Cola Pesce”.

    Tutti questi quadri pieni di naturalezza sono molto sparsi, essendo stati acquistati da distinti personaggi italiani e stranieri.

    Il Conti espose a diverse Esposizioni nazionali, e specialmente, a quelle di Firenze nel 1861, a Torino nel 1884, ecc.

     

    LEGGI TUTTO

    acquisto opere artisti e stima pittura e scultura


    Altri artisti che potrebbero interessarti

    Iscriviti alla newsletter per ricevere le mostre in preparazione e le nuove acquisizioni!

    Il sito viene aggiornato costantemente con opere inedite dei protagonisti della pittura e della scultura tra Ottocento e Novecento.

    Example

    © Copyright Berardi Galleria d'Arte S.r.l.