Hai cercato

Pittore

Giovanni Acci


Sei interessato alla vendita o all'acquisto delle sue opere?

Acquistiamo opere di questo artista

e di altri pittori e scultori dal XVI secolo sino alla prima metà del XX secolo

La galleria Berardi offre un servizio gratuito e senza impegno di valutazione di opere di arte antiche e moderne. Per orientarsi nel mercato dell'arte, assai complesso e pieno di sfumature, è meglio affidarsi ad un consulente professionista che sappia rispondere in maniera veloce e concreta alle tue esigenze. La chiarezza delle risposte risolverà in maniera efficace la necessità di stimare o mettere in vendita un bene.

Contattaci immediatamente senza impegno

Risposte anche in 24 ore:

Telefono

06.97.606.127

E-mail

info@berardiarte.it

Whatsapp

347.783.5083

Giovanni Acci

( Firenze 1910 - Pietrasanta 1979 )

Pittore

    Giovanni Acci

    Giovanni Acci nasce a Firenze nel 1910. Molto portato per la musica, studia violino all’Accademia Filarmonica di Bologna, dove si diploma all’inizio degli anni Trenta. Contemporaneamente, sviluppa una forte passione per il disegno e la pittura, che piano piano lo porterà ad abbandonare la musica per dedicarsi esclusivamente alla disciplina artistica.

    Il Realismo Magico

    Dopo aver esordito con un Ritratto alla Mostra Interprovinciale d’Arte di Firenze nel 1939, tiene la sua prima personale al Lyceum nel 1942. Sin da queste prime esposizioni si chiarisce l’indirizzo stilistico del pittore toscano: attraverso una pittura nitida e fortemente oggettiva si inserisce nel Realismo Magico.

    Un senso di pacato mistero, epifanie enigmatiche e silenzi gravi pervadono le opere di Giovanni Acci, che, stilisticamente, si rifà alla chiarezza espressiva e all’equilibrio dei maestri del Rinascimento, che ha ripetutamente incontrato e studiato nei musei fiorentini. Alla pari di Donghi e Cagnaccio di San Pietro, ma attraverso un percorso solitario ed indipendente, sviluppa uno spazio pittorico di matrice rinascimentale che fa da sfondo a ritratti ermetici e a nature morte dal formalismo perfetto ed impenetrabile. Nel 1941, è presente alla Mostra d’Arte Toscana in Palazzo Strozzi con un Autoritratto.

    Durante la seconda guerra mondiale, interrompe la sua attività pittorica ed espositiva e si ritira a Gombola, un piccolo paese arroccato sull’Appennino emiliano. È proprio qui che, nel 1943, conosce la sua futura moglie Milena, che in alcune emblematiche lettere paragona alle Madonne leonardesche. Rientrato a Firenze dopo la guerra, vive per un periodo in un campo profughi, avendo ritrovato la sua casa distrutta da un bombardamento.

    I Pittori Moderni della Realtà

    Nel 1947, si lega al gruppo dei Pittori Moderni della Realtà. Completamente controcorrente rispetto ai nascenti movimenti dell’Informale italiano, gli artisti del gruppo, sorreggendosi sull’importante appoggio di De Chirico, rivendicano l’esigenza di una pittura basata su un’antica perfezione tecnica e su un deciso andamento figurativo. Oltre Giovanni Acci ne fanno parte anche Pietro Annigoni, Gregorio Sciltian, Xavier ed Antonio Bueno.

    Sin da subito, il gruppo non appare particolarmente coeso. Si scioglierà, infatti, solamente due anni dopo, in seguito all’ultima mostra tenutasi nel maggio 1949 alla Saletta di Modena. Il frontespizio del catalogo reca proprio un’opera di Giovanni Acci, L’incappato. Dopo l’esperienza con i Pittori Moderni della Realtà, l’artista fiorentino si trasferisce in Versilia, a Pietrasanta, incoraggiato da uno dei suoi maggiori collezionisti, Sandro Rubboli.

    Il linguaggio del pittore continua, fino agli ultimi anni, a modularsi su una tecnica impeccabile, sul solenne plasticismo delle figure e sulla sibillina rappresentazione di una realtà oggettiva e misteriosa allo stesso tempo. Nel 1951, tiene un’importante personale alla Casa di Dante a Firenze, poi seguita da numerose mostre non soltanto in Italia, ma anche in America, in Canada, in Svizzera e in Germania. Dopo la sua morte, avvenuta nel 1979, le sue opere verranno esposte nella Mostra dei Pittori Moderni della Realtà, tenutasi nel 1984 a Palazzo Vecchio.

    Elena Lago

    LEGGI TUTTO

    Opere di Giovanni Acci


    Altri artisti che potrebbero interessarti

    Iscriviti alla newsletter per ricevere le mostre in preparazione e le nuove acquisizioni!

    Il sito viene aggiornato costantemente con opere inedite dei protagonisti della pittura e della scultura tra Ottocento e Novecento.

    Example

    © Copyright Berardi Galleria d'Arte S.r.l.