Hai cercato

Pittore

Giuseppe Carelli


Sei interessato alla vendita o all'acquisto delle sue opere?

Acquistiamo opere di questo artista

e di altri pittori e scultori dal XVI secolo sino alla prima metà del XX secolo

La galleria Berardi offre un servizio gratuito e senza impegno di valutazione di opere di arte antiche e moderne. Per orientarsi nel mercato dell'arte, assai complesso e pieno di sfumature, è meglio affidarsi ad un consulente professionista che sappia rispondere in maniera veloce e concreta alle tue esigenze. La chiarezza delle risposte risolverà in maniera efficace la necessità di stimare o mettere in vendita un bene.

Contattaci immediatamente senza impegno

Risposte anche in 24 ore:

Telefono

06.97.606.127

E-mail

info@berardiarte.it

Whatsapp

347.783.5083

Giuseppe Carelli

( Napoli 1858 - Portici (Napoli) 1921 )

Pittore

    Giuseppe Carelli

    Giovane pittore napoletano, figlio del paesista comm. Consalvo, trasse i natali in Napoli il 9 marzo 1858.

    Ebbe i primi rudimenti dell’arte dal padre, poi all’Accademia di Belle Arti della sua città, dai professori Mancinelli e Marinelli.

    Recatosi a Roma ebbe la fortuna d’avvicinare parecchi celebri artisti, amici del padre, come un Podesti, un Wolff, un Fracassini, Natale Carta ecc.

    Quest’ultimo gli ottenne entrata libera in Vaticano, ove il Carelli potè per molto tempo studiare le opere dei sommi maestri e, applicandosi indefessamente, giunse a soli 18 anni a conseguire il diploma di professore di disegno.

    Ma la conoscenza del disegno e della prospettiva a nulla conduce, senza uno studio accurato e diligente del vero, ed il Carelli con la febbre e l’entusiasmo dell’artista percorse quasi tutta l’Italia, studiando la natura ne’ suoi varii e molteplici aspetti e ritraendola nello splendore della luce che circonda le cose create, nello incanto delle marine, negli aspri dirupi, e nei torrenti che si precipitano nelle sottoposte valli, nell’aurora, nel tramonto, nel sereno d’un bel giorno di primavera, e nell’orrore della tempesta.

    Seguendo le orme paterne, egli si diede a trattare il paesaggio, ed appartengono a questo genere i quadri seguenti che finora il Carelli ha prodotto: “Il Capo Palinuro”, eseguito per conto del principe Gagarin di Odessa; “La chiesa di San Domenico”, antico palazzo di prefettura a Salerno di commissione dello stesso principe; “Un giorno di calma a Posilipo”, per il barone Franz Fazio; “La piazza di Sant’Agata d’Esaro” in tempo di fiera campestre; “Il Gran Sasso d’Italia”, pel marchese Guglielmo Doria di Genova; “Il Pronao del celebre teatro di Taormina” in Sicilia, quadro che fu esposto in diverse esposizioni ed acquistato dal cav. Carmine Pisani sindaco di Sant’Agata d’Esaro; “Il Castello di Lettere”, presso Castellammare di Stabia e “Lo Stagno di Nettuno” (campagna romana), per commissione del nominato cav. Pisani, nonchè “La Marina di Giardino”; “Il Castello di Riardo”; “La Torre della Cattedrale di Capua”, acquistati da un negoziante inglese ed altri quadri di minore importanza.

    Ultimo suo lavoro è una incantevole “Marina di Posilipo”, con la veduta del famoso palazzo di Anna Carafa, dipinto di grande dimensione che fu premiato con medaglia d’argento dal Circolo G. B. Vico ed acquistato dal signor Russel, inglese.

    LEGGI TUTTO

    acquisto opere artisti e stima pittura e scultura

    Opere di Giuseppe Carelli


    Altri artisti che potrebbero interessarti

    Iscriviti alla newsletter per ricevere le mostre in preparazione e le nuove acquisizioni!

    Il sito viene aggiornato costantemente con opere inedite dei protagonisti della pittura e della scultura tra Ottocento e Novecento.

    Example