Hai cercato

Pittore

Giuseppe Frascheri


Sei interessato alla vendita o all'acquisto delle sue opere?

Acquistiamo opere di questo artista

e di altri pittori e scultori dal XVI secolo sino alla prima metà del XX secolo

La galleria Berardi offre un servizio gratuito e senza impegno di valutazione di opere di arte antiche e moderne. Per orientarsi nel mercato dell'arte, assai complesso e pieno di sfumature, è meglio affidarsi ad un consulente professionista che sappia rispondere in maniera veloce e concreta alle tue esigenze. La chiarezza delle risposte risolverà in maniera efficace la necessità di stimare o mettere in vendita un bene.

Contattaci immediatamente senza impegno

Risposte anche in 24 ore:

Telefono

06.97.606.127

E-mail

info@berardiarte.it

Whatsapp

347.783.5083

Giuseppe Frascheri

( Savona 1809 - Genova 1886 )

Pittore

    Giuseppe Frascheri

    Giuseppe Frscheri nasce a Savona nel 1809. Trasferitosi nella vicina Genova, si forma presso l’Accademia Linguistica, poi si sposta a Firenze ed infine si perfeziona a Roma con Giuseppe Bezzuoli. Da lui eredita la predilezione per temi biblici, letterari e storici di stampo romantico, caratterizzati da una forte valenza emotiva accentuata anche da una sapiente e calda gestione cromatica.

    Ben presto, nel 1839 ottiene la nomina di accademico di merito presso la Linguistica a Genova, nel 1842 di direttore della scuola di pittura e nel 1869 della sezione “pittura-colorito”. Come accennato, i temi prediletti di Frascheri sono quelli di matrice romantica, basta far riferimento alle numerose tele dedicate ai canti danteschi.

    Nel 1851, alla Promotrice genovese espone una Francesca da Rimini, ma già precedentemente aveva realizzato una tela dedicata a Paolo e Francesca. Al 1846 risale l’episodio di Dante e Virgilio che incontrano Paolo e Francesca, seguito da numerose versioni simili del tema. La tematica storico-letteraria è trattata da Frascheri con un notevole aggiornamento agli stilemi romantici internazionali, soprattutto inglesi, con cui viene a contatto durante i suoi frequenti viaggi nel Regno Unito.

    Non è un caso che sposi una donna inglese, Annetta Bracken e che studi approfonditamente i preraffaelliti. Alla Promotrice di Genova del 1864 espone La pietàLa confessione e due Ritratti e appartengono allo stesso periodo Pia de’ Tolomei nel Castello di Maremma e Pia de’ Tolomei parte dalla casa paterna.

    Grandi apprezzamenti riceve dall’aristocrazia ligure e piemontese, entra infatti contatto con grandi famiglie di collezionisti come i Durazzo o i Pallavicino. Ma anche lo stesso Carlo Alberto di Savoia gli commissiona il dipinto celebrativo Papa Eugenio III benedice le armi ad Amedeo III prima della crociata.

    Sempre per i Savoia esegue le decorazioni del Palazzo reale di Genova, negli anni Sessanta, mentre comunque non smette di esporre alle Promotrici. Nel 1861, all’Esposizione Nazionale di Firenze invia Giovan Francesco Serra alla difesa di un ponteRitratto d’uomo e poi ripropone La confessione La pietà. Due anni dopo a Torino espone Un prigioniero politico, mentre nel 1864 a Genova presenta tre dipinti profondamente romantici: Amore e PsicheLuca Cambiaso che riceve il diniego di sposare la cognata e un Ritratto.

    Dalla fine degli anni Sessanta in poi, il fervore romantico si va un po’ smorzando, perché Frascheri viene attratto dal naturalismo in maniera sempre più coinvolgente. Quindi, iniziano a comparire i primi dipinti di attualità, come Costume napoletanoLa povera vedova Il politico. Gran parte della sua ultima parte di carriera viene dedicata anche al ritratto. Muore a Genova nel 1886.

    LEGGI TUTTO

    acquisto opere artisti e stima pittura e scultura

    Opere di Giuseppe Frascheri


    Altri artisti che potrebbero interessarti

    Iscriviti alla newsletter per ricevere le mostre in preparazione e le nuove acquisizioni!

    Il sito viene aggiornato costantemente con opere inedite dei protagonisti della pittura e della scultura tra Ottocento e Novecento.

    Example
    © Copyright Berardi Galleria d'Arte S.r.l.