Hai cercato

Pittore

Giuseppe Mentessi


Sei interessato alla vendita o all'acquisto delle sue opere?

Acquistiamo opere di questo artista

e di altri pittori e scultori dal XVI secolo sino alla prima metà del XX secolo

La galleria Berardi offre un servizio gratuito e senza impegno di valutazione di opere di arte antiche e moderne. Per orientarsi nel mercato dell'arte, assai complesso e pieno di sfumature, è meglio affidarsi ad un consulente professionista che sappia rispondere in maniera veloce e concreta alle tue esigenze. La chiarezza delle risposte risolverà in maniera efficace la necessità di stimare o mettere in vendita un bene.

Contattaci immediatamente senza impegno

Risposte anche in 24 ore:

Telefono

06.97.606.127

E-mail

info@berardiarte.it

Whatsapp

347.783.5083

Giuseppe Mentessi

( Ferrara 1857 - Milano 1931 )

Pittore

    Giuseppe Mentessi

    Fra i primi lavori che abbiamo osservato di questo artista, ricordiamo: “L’ingresso della Certosa ai Pavia”, esposto a Roma, nel 1883, ove già rivelava doti non comuni. Fece in seguito altri lavori di figura e di paese che espose rare volte, e l’anno scorso, alla Mostra triennale di Brera, inviò un bel quadro: “Ora triste”, che fu giudicato uno dei migliori di quella Mostra, del quale così scrive un critico: «Accanto al ritratto del Crenini è uno dei quadri più interessanti della sala: “Ora triste”, di Giuseppe Mentessi.

    Non badi il visitatore eccessivamente alla fattura insolita, che lascia una prima impressione dubbia; guardi un po’ più a lungo, cercando di isolare l’occhio dalle impressioni più violenti, più teatralmente ottenute dei quadri vicini; ed a poco a poco vedrà svolgersi fuor dalla nebbia azzurra – in cui per dare una luminosità totale e creare un’unità le ha avvolte il pittore – in linee armoniche, le figure. E’ nell'”Ora triste” un corteo funebre che da un piazzaletto, forse della chiesa, s’avvia per una scala al cimitero.

    Portano a spalle la cassa, che appare al disopra di un gruppo di donne: e sul davanti due fanciulle, volte le spalle al convoglio che s’avvia, prorompono in pianto. Appare nel quadro un grande e forte sentimento poetico, reso con una individualità spiccata di mezzi, dai quali si può attendere molto».

    Alla stessa Mostra espose pure una raccolta di disegni, dei quali lo stesso critico così scrive: «Giuseppe Mentessi rimerita largamente il visitatore, che gli concede un po’ d’attenzione. Sono fantasie prospettiche ed architettoniche, studii di figure al rossetto, con qualche tocco di pastello, di grande efficacia.

    Chi guarda non deve indietreggiare davanti alla tecnica di quegli acquarelli, a macchia ed a goccia: per poco ch’egli abitui l’occhio vedrà svolgersi fuori da ciò che prima gli sembrava macchia informe, figure mirabilmente precise, cui un’osservazione finemente interpretativa dei rapporti d’ombra e di luce, da una vita tutta particolare. Si guardi il disegno a sinistra, nel quale è sviluppata una immensa volta di chiesa, vista dal sotto in su con effetto imponente; l’altro, in basso, del “Ponte Sant’Angelo in Roma”».

    LEGGI TUTTO

    acquisto opere artisti e stima pittura e scultura


    Altri artisti che potrebbero interessarti

    Iscriviti alla newsletter per ricevere le mostre in preparazione e le nuove acquisizioni!

    Il sito viene aggiornato costantemente con opere inedite dei protagonisti della pittura e della scultura tra Ottocento e Novecento.

    Example