Hai cercato

Pittore

Mario Giuseppe Bettinelli


Sei interessato alla vendita o all'acquisto delle sue opere?

Acquistiamo opere di questo artista

e di altri pittori e scultori dal XVI secolo sino alla prima metà del XX secolo

La galleria Berardi offre un servizio gratuito e senza impegno di valutazione di opere di arte antiche e moderne. Per orientarsi nel mercato dell'arte, assai complesso e pieno di sfumature, è meglio affidarsi ad un consulente professionista che sappia rispondere in maniera veloce e concreta alle tue esigenze. La chiarezza delle risposte risolverà in maniera efficace la necessità di stimare o mettere in vendita un bene.

Contattaci immediatamente senza impegno

Risposte anche in 24 ore:

Telefono

06.97.606.127

E-mail

info@berardiarte.it

Whatsapp

347.783.5083

Mario Giuseppe Bettinelli

( Treviglio (Bergamo) 1880 - Milano 1953 )

Pittore

    Mario Giuseppe Bettinelli

    Mario Bettinelli nasce a Treviglio, vicino Bergamo, nel 1880. Si forma presso la Scuola d’arte e Mestieri Moretto di Brescia, frequentandola per soli due anni. In seguito, decide di perfezionarsi da solo specializzandosi nella realizzazione di ritratti, caricature e dipinti di figura molto graditi all’alta società lombarda del tempo. Esordisce appena ventenne alla mostra dell’Ateneo Bresciano, con una serie di studi e dipinti ad olio, tra cui Testa virile, che viene notato dalla critica.

    Tra Impressionismo e dense evocazioni simboliche

    Il vero primo successo pubblico, però, risale all’Esposizione di Milano per il Traforo del Sempione del 1906, in cui presenta Ritratto di mia sorellaRitratto di mio padreRitorno ed Autunno. In questi anni sperimenta diverse tecniche: il pastello, l’olio, l’acquarello e l’affresco, coniugando un realismo di base ad accenti simbolisti che pervadono opere quali Creature del mare, esposta insieme ad un Autoritratto alla Biennale del 1912. Tragedia umana Pausa compaiono alla Seconda Esposizione della Federazione Artistica Lombarda del 1918, ma l’esposizione più interessante di Bettinelli risale al 1923.

    Le grandi personali alla Galleria Pesaro

    Presso la Galleria Pesaro, nel 1923, si svolge la prima personale dell’artista che comprende un gruppo di ben centosedici opere. Risalta per la sua perfetta resa chiaroscurale e per la vena fantasiosa ed immaginativa La maschera caricaturale del Maestro Guarneri, ma emergono anche i ritratti di numerosi artisti e letterati, come quello di RossiniToscaniniCerrièreTolstojZola, Duse e una ironica e acuta Autocaricatura. La vena simbolista e liberty, ma anche una certa tendenza illustrativa, emergono invece in composizioni quali La modella e il faunoRacconti di fateBaccanale.

    La sua seconda personale si tiene, invece, sette anni dopo, nel 1930, sempre presso la Galleria Pesaro, dove espone settantanove opere tra cui CasolareStudio di testaVioloncellistaBagnantiRitratto di un’artistaEva modernaNudo ed una serie di ritratti muliebri che vengono resi attraverso un attento studio delle pose, dell’introspezione psicologica e dell’ambientazione.

    Un cromatismo a tratti acceso a tratti brumoso e caratterizzato da un graduale e delicato sfumato rende i ritratti accattivanti alla borghesia del tempo. Compaiono poi paesaggi come L’aratura a BaiardoUltime luci sulle DolomitiCatapecchie di CerianaLa notteCasolari di CanazeiCasolari di Moena, tutti ispirati ai paesaggi montani del Veneto e del Trentino.

    Continua a dipingere per tutti gli anni Trenta e Quaranta, realizzando anche un ritratto di Donna Rachele Mussolini e dei suoi figli. Le sue opere sono conservate soprattutto in collezioni private. Muore a Milano nel 1953.

    Elena Lago

    LEGGI TUTTO

    Opere di Mario Giuseppe Bettinelli


    Altri artisti che potrebbero interessarti

    Iscriviti alla newsletter per ricevere le mostre in preparazione e le nuove acquisizioni!

    Il sito viene aggiornato costantemente con opere inedite dei protagonisti della pittura e della scultura tra Ottocento e Novecento.

    Example