Hai cercato

Pittore

Tranquillo Cremona


Sei interessato alla vendita o all'acquisto delle sue opere?

Acquistiamo opere di questo artista

e di altri pittori e scultori dal XVI secolo sino alla prima metà del XX secolo

La galleria Berardi offre un servizio gratuito e senza impegno di valutazione di opere di arte antiche e moderne. Per orientarsi nel mercato dell'arte, assai complesso e pieno di sfumature, è meglio affidarsi ad un consulente professionista che sappia rispondere in maniera veloce e concreta alle tue esigenze. La chiarezza delle risposte risolverà in maniera efficace la necessità di stimare o mettere in vendita un bene.

Contattaci immediatamente senza impegno

Risposte anche in 24 ore:

Telefono

06.97.606.127

E-mail

info@berardiarte.it

Whatsapp

347.783.5083

Tranquillo Cremona

( Pavia 1837 - Milano 1878 )

Pittore

    Tranquillo Cremona

    Nato in Pavia nel 1837 dalle seconde nozze di Gaudenzio Cremona, a Pavia egli aveva frequentato la Scuola di pittura del bergamasco Giacomo Trécourt maestro anche dell’acceso Faruffini dal quale poi nella Tradita, nelle Tombe di Giulietta, nel Marco Polo egli trasse tanti insegnamenti, e intimo compagno del Piccio.

    In Giovanni Carnevali detto il Piccio, bisogna finalmente vedere il vero antecessore del Cremona nello studio dell’aria ambiente, nella ricerca dell’unità d’intonazione e d’illuminazione d’un quadro intorno a pochi punti e a pochi colori in chiara luce, nella soppressione dei contorni taglienti per sfumare con delicatezza di rilievo i passaggi di colore d’una figura o d’un oggetto sul suo fondo.

    Non so se il Cremona conobbe personalmente il Piccio che a Milano ebbe casa dal 1836 fino al 1873 quando s’annegò a Cremona nel Po; certo di quadri di lui, e presso il Trécourt e nelle pubbliche mostre, ebbe occasione di vederne molti. Ma i suoi padri più gloriosi, il Cremona li trovò a Venezia dove venne nel 1852 presso il fratello, avvocato Giuseppe Cremona, dove rimase finche il 1859 consigliò anche a lui di partire per la liberata Milano, e dove ebbe all’Accademia maestri come il Grigoletti e il Molmenti che fu anche il liberale maestro del Favretto.

    Questi suoi padri gloriosi furono i grandi veneziani, dal Carpaccio la cui corretta eleganza si ritrova nei suoi disegni di allora, a Tiziano del quale ripete docilmente la gamma cromatica, dai bianchi dorati ai rossi, ai verdi, ai turchini profondi, imitando anche la patina data dal tempo.

    Quel che per secoli è stato detto colore veneziano, è proprio il colore dei suoi quadri più maturi e più insigni, dell’Edera, dei Cuginetti, del Figlio dell’amore dell’Amore Materno. L’innovatore rivoluzionario, dicevano, e incomprensibile si riuniva così, meglio di tutti gli Hayez delle accademie, alla grande tradizione. Ce ne accorgiamo adesso.

    LEGGI TUTTO

    acquisto opere artisti e stima pittura e scultura

    Opere di Tranquillo Cremona


    Altri artisti che potrebbero interessarti

    Iscriviti alla newsletter per ricevere le mostre in preparazione e le nuove acquisizioni!

    Il sito viene aggiornato costantemente con opere inedite dei protagonisti della pittura e della scultura tra Ottocento e Novecento.

    Example