Hai cercato

Pittore

Uriele Vitolo


Sei interessato alla vendita o all'acquisto delle sue opere?

Acquistiamo opere di questo artista

e di altri pittori e scultori dal XVI secolo sino alla prima metà del XX secolo

La galleria Berardi offre un servizio gratuito e senza impegno di valutazione di opere di arte antiche e moderne. Per orientarsi nel mercato dell'arte, assai complesso e pieno di sfumature, è meglio affidarsi ad un consulente professionista che sappia rispondere in maniera veloce e concreta alle tue esigenze. La chiarezza delle risposte risolverà in maniera efficace la necessità di stimare o mettere in vendita un bene.

Contattaci immediatamente senza impegno

Risposte anche in 24 ore:

Telefono

06.97.606.127

E-mail

info@berardiarte.it

Whatsapp

347.783.5083

Uriele Vitolo

( Avellino 1831 - ? )

Pittore

    Uriele Vitolo

    Scultore napoletano, nato in Avellino il 14 gennaio 1831.

    Dedicatosi all’arte scultoria, a Napoli, nell’Accademia delle Belle Arti, fece i primi studi di disegno e di modellazione, e i suoi primi saggi gli procurarono la pensione governativa della sua provincia, non solo, ma la esenzione dalla leva militare; in seguito apprese nello studio privato del cav. Gennaro Cali, giovandosi ancora dei sani precetti e consigli del di costui fratello cav. Antonio.

    Nelle pubbliche mostre, degli anni 1861-63-69-71-74, riportava cinque medaglie d’onore, delle quali quattro d’argento e una d’oro. Nel 1861, guadagnò pure un altro premio per pubblico concorso, emanato per munificenza sovrana, la quale voleva attuare in monumento l’unita nazionale italiana.

    Intanto dal cav. Tito Angelini intimavaglisi, nel meglio del suo tirocinio, un’aspra, spietata e ingiusta guerra, solo perchè vedeva il Vitolo scrupoloso esecutore delle norme artistiche di quelli illustri suoi maestri.

    Peraltro questa immeritata persecuzione se non valse ad impedire lo slancio del Vitolo per l’arte, tuttavia lo attraversava nei tentativi per meglio spingersi…. nell’arduo compito; però le efferate astuzie messe in campo per perderlo, non poterono imbavagliare la generosa stampa che faceva rifulgere l’ingegno dell’illustre artista.

    Infatti, acquistata una bella riputazione, le commissioni non gli mancarono da lontane regioni, come per esempio dalla Russia, Londra, Irlanda, Tunisi, Corfù, Romania ecc., ove monumentali opere ne fanno fede, e più specialmente la colossale opera per Stefano il Grande, fatta nella Moldavia Valachia.

    Del resto, le principali sculture di carattere pubblico e privato, sono le seguenti: “La statua di Diomede ferito”; “La riconoscenza”; “Un martire della prima crociata”; “Cristo risorto”; “Il bacio di Giuda”; “Narciso al fronte”; “Il figliuol prodigo”; “Cristo dormiente”; il grande monumento a “Giovanni da Procida” per la città di Salerno.

    Scolpiva inoltre molti ritratti; i più interessanti quelli di “Lincoln”, “Humbold”, “Manzoni” ed “Alessandro Volta”, e al Cimitero di Napoli, sul sepolcro d’un bambino (della famiglia Roccaromana): “Un angelo in atto di portare al cielo un pargoletto”.

    Il Vitolo è membro e professore onorario d’una quantità di sodalizi artistici, fra cui il Regio Istituto di Napoli; ebbe poi tre medaglie d’oro, una dall’Accademia scientifica Europea di Smirne, una dall’Accademia Bizantina di Costantinopoli, e finalmente una terza dal circolo Partenopeo Giambatista Vico di Napoli.

    Con decreto del novembre 1878, gli veniva conferito dal Bey di Tunisi l’ordine di Niscian Iflikhau.

    LEGGI TUTTO

    acquisto opere artisti e stima pittura e scultura


    Altri artisti che potrebbero interessarti

    Iscriviti alla newsletter per ricevere le mostre in preparazione e le nuove acquisizioni!

    Il sito viene aggiornato costantemente con opere inedite dei protagonisti della pittura e della scultura tra Ottocento e Novecento.

    Example