Hai cercato

Pittore

Vincenzo Emilio Magoni (Magone)


Sei interessato alla vendita o all'acquisto delle sue opere?

Acquistiamo opere di questo artista

e di altri pittori e scultori dal XVI secolo sino alla prima metà del XX secolo

La galleria Berardi offre un servizio gratuito e senza impegno di valutazione di opere di arte antiche e moderne. Per orientarsi nel mercato dell'arte, assai complesso e pieno di sfumature, è meglio affidarsi ad un consulente professionista che sappia rispondere in maniera veloce e concreta alle tue esigenze. La chiarezza delle risposte risolverà in maniera efficace la necessità di stimare o mettere in vendita un bene.

Contattaci immediatamente senza impegno

Risposte anche in 24 ore:

Telefono

06.97.606.127

E-mail

info@berardiarte.it

Whatsapp

347.783.5083

Vincenzo Emilio Magoni (Magone)

( Castrezzato (BS) 1867 - Brescia 1922 )

Pittore

    Vincenzo Emilio Magoni (Magone)

    Giovanissimo scultore bresciano, studiò a Milano, e risiede a Roma, ove già si è fatto conoscere provetto modellatore e artista originale, ha esposto quest’anno a Brera due lavori: “Injusta damnatus”, in cui l’artista ha immaginato un condannato, che steso a terra, quasi morente, nella cella scrive sul terreno, ultima protesta: – Sono innocente, – e “Le prime riflessioni di un trovatello”, in cui un fanciullo medita sul perchè del numero che è attaccato al suo giubbettino.

    “Un disoccupato”, è titolo di un altro bel lavoro del Magoni e questo ed altri lavori di soggetto sociale da lui esposti, stanno già a provare la grande valentia del giovane artista cui è schiuso senza dubbio uno splendido avvenire.

    Ora sta il Magoni eseguendo il busto del suo concittàdino, l’ex ministro Zanardelli.

     

    LEGGI TUTTO

    acquisto opere artisti e stima pittura e scultura


    Altri artisti che potrebbero interessarti

    Iscriviti alla newsletter per ricevere le mostre in preparazione e le nuove acquisizioni!

    Il sito viene aggiornato costantemente con opere inedite dei protagonisti della pittura e della scultura tra Ottocento e Novecento.

    Example