Hai cercato

Pittore

Vittorio Cavalleri


Sei interessato alla vendita o all'acquisto delle sue opere?

Acquistiamo opere di questo artista

e di altri pittori e scultori dal XVI secolo sino alla prima metà del XX secolo

La galleria Berardi offre un servizio gratuito e senza impegno di valutazione di opere di arte antiche e moderne. Per orientarsi nel mercato dell'arte, assai complesso e pieno di sfumature, è meglio affidarsi ad un consulente professionista che sappia rispondere in maniera veloce e concreta alle tue esigenze. La chiarezza delle risposte risolverà in maniera efficace la necessità di stimare o mettere in vendita un bene.

Contattaci immediatamente senza impegno

Risposte anche in 24 ore:

Telefono

06.97.606.127

E-mail

info@berardiarte.it

Whatsapp

347.783.5083

Vittorio Cavalleri

( Torino 1860 -1938 )

Pittore

    Vittorio Cavalleri

    Formatosi all’Accademia Albertina di Torino, Cavalleri si dedicò alla scena di genere, al ritratto e allo studio dal vero. Dal 1895 al 1910 espose con assiduità alle biennali di Venezia e a mostre internazionali ottenendo diversi successi. Il presente dipinto, ispirato a un verso del poeta Arrigo Boito, vuole essere un inno alla spensieratezza e alla felicità dei giochi dei bimbi tramite la raffigurazione di un gruppo di fanciulli impegnati a giocare in un interno di casolare.

    Da notare nel roteare delle cipolle uno dei primissimi esperimenti di raffigurazione di un movimento cinetico che sembra anticipare quelli poi compiuti dal movimento futurista. Riferimenti bibliografici: Pittori e Pittura dell’Ottocento Italiano, a c. di G.Matteucci, Novara, De Agositini, 1997, ad vocem.

    LEGGI TUTTO

    acquisto opere artisti e stima pittura e scultura

    Opere di Vittorio Cavalleri


    Altri artisti che potrebbero interessarti

    Iscriviti alla newsletter per ricevere le mostre in preparazione e le nuove acquisizioni!

    Il sito viene aggiornato costantemente con opere inedite dei protagonisti della pittura e della scultura tra Ottocento e Novecento.

    Example