SARTORIO. MITO E MODERNITA’


    24 ottobre – 14 dicembre 2013

    Data: 24/10/2013

    Sede espositiva: Galleria Berardi – Roma
    Organizzazione: a cura di Gianluca Berardi
    Evento: SARTORIO. MITO E MODERNITA’

    La Mostra “SARTORIO. Mito e Modernità” vuole restituire al pubblico una serie di opere, in gran parte inedite o non visibili da lungo tempo, di Giulio Aristide Sartorio (1860 – 1932) sottolineandone il dualismo tra la sua essenza classicista e l’aspetto più innovativo e sperimentale. La selezione delle opere esposte – effettuata da Gianluca Berardi, già docente presso “L’Università La Sapienza” con un corso sulla Pittura dell’Ottocento in Italia – copre l’intero percorso artistico del maestro.

    Le varie sezioni della mostra indagano i molteplici aspetti di Sartorio: l’Arte del Paesaggio, dedicato alla campagna romana che è stata fonte di ispirazione continua negli anni; la Pittura di Idee che vide Sartorio leader della stagione simbolista a Roma; il raffinato Sartorio animalier, attratto dalla possibilità di raffigurare animali esotici tra naturalismo e simbolismo; la Decorazione, che lo ha visto artefice del linguaggio ufficiale della nuova Italia; le tranche de vie dedicate alla Grande Guerra, sorprendentemente sempre diverse ed efficaci; un Artista in movimento, per la prima volta sono indagati cronologicamente gli spostamenti del maestro e le conseguenti occasioni di trovare motivi pittorici sempre nuovi; Il “paradiso inaspettato” che ha ispirato la pittura di luce a Fregene, uno dei momenti espressivi più sereni del maestro.

    Tra le opere in mostra: Tigre che lotta con serpente, riferibile al suo soggiorno a Weimar alla fine dell’Ottocento; il paesaggio Pratica di mare del 1923, ispirato ad una fotografia del Conte Gegè Primoli; Tra Monfalcone e Duino, episodio della Grande Guerra vista e rappresentata da Sartorio; Bolivia. Tiahuanaco, Le rovine della città preistorica e Haiti. La spiaggia, vedute del Sud America realizzate durante il viaggio compiuto nel 1924, entrambe presentate alla mostra tenutasi a New York nel 1927 e disperse da lungo tempo; il monumentale Nel paese di Circe del 1926, proveniente da una villa in via San Sebastiano appartenente a Giulio Barluzzi. Nel catalogo è presente l’elenco delle esposizioni compiute in vita da Sartorio, accuratamente redatto da Teresa Sacchi Lodispoto, con il relativo titolo delle opere inviate.

    LEGGI TUTTO

    Iscriviti alla newsletter per ricevere le mostre in preparazione e le nuove acquisizioni!

    Il sito viene aggiornato costantemente con opere inedite dei protagonisti della pittura e della scultura tra Ottocento e Novecento.

    Example

    © Copyright Berardi Galleria d'Arte S.r.l.