Hai cercato

Pittore

Ettore Cumbo


Sei interessato alla vendita o all'acquisto delle sue opere?

Acquistiamo opere di questo artista

e di altri pittori e scultori dal XVI secolo sino alla prima metà del XX secolo

La galleria Berardi offre un servizio gratuito e senza impegno di valutazione di opere di arte antiche e moderne. Per orientarsi nel mercato dell'arte, assai complesso e pieno di sfumature, è meglio affidarsi ad un consulente professionista che sappia rispondere in maniera veloce e concreta alle tue esigenze. La chiarezza delle risposte risolverà in maniera efficace la necessità di stimare o mettere in vendita un bene.

Contattaci immediatamente senza impegno

Risposte anche in 24 ore:

Telefono

06.97.606.127

E-mail

info@berardiarte.it

Whatsapp

347.783.5083

Ettore Cumbo

( Messina 1833 - Firenze 1899 )

Pittore

    Ettore Cumbo

    Eccellente pittore siculo romano, domiciliato a Firenze, nacque nel 1883 a Messina da Diego e Alcmena Borgia, dell’illustre famiglia patrizia romana. Fin dalla prima infanzia, egli visse con la madre a Roma e per questa seconda patria ebbe ed ha tutta la sua affezione. Fu educato nel collegio della Sapienza a Perugia, dove gli furono istillati sentimenti patriottici, intanto ch’egli veniva egregiamente avviato agli studi. Uscito dal collegio nel 1850 si diè a coltivare le matematiche e l’architettura.

    Nel 1857 abbracciò definitivamente la carriera artistica, e prescelse trattare il paesaggio, nel quale ebbe a maestro Alessandro Castelli. Colpito da artrite nel 1858, non gli fu possibile seguire le proprie aspirazioni e prender parte, con gli altri, alla guerra del 1859. Però fu cospiratore costante contro il governo dei Papi nonostante che egli sia, per diritto di nascita, cavaliere Gerosolimitano di Malta.

    Fu esiliato da Roma e, venuto a Firenze, si dette più seriamente alle Arti Belle. Non volle mai produrre le sue tele prima del 1870, e cioè quando cominciò a sentire fiducia di sè. Dipinse molti quadri di soggetti alpigiani, che si trovano ora nelle principali città d’Europa. A Melbourne ottenne una medaglia con i suoi quadri: “Un tramonto di sole sulle rive dell’Arno” e “Una veduta delle Alpi Rezie” dipinti originali e potenti.

    Altre onorificenze ottenne alle Esposizioni Regionali d’Orticultura del 1886 e 87 per alcuni suoi quadri rappresentanti frutti. Tale è nel Cumbo la facilità con cui adopera il pennello che egli tratta con vigoree con grazia tutti i soggetti e tutti generi di pittura. Belli sono i suoi tre quadri rappresentanti: “La Marina d’Antignano”; “Una tempesta” e “L’Appennino”. Pieni di fuoco i suoi “Tramonti” ecc.

    Molte delle sue tele sono passate nella Gran Bretagna, ove la rara maestria di questo artista è singolarmente apprezzata. Come il Chelazzi ne’ fiori, il Cumbo non ha forse rivali nelle frutta, tra i pittori che si trovano a Firenze; il che spiega la grande ricerca che si fa delle sue tele rappresentanti natura morta.

    LEGGI TUTTO

    acquisto opere artisti e stima pittura e scultura


    Altri artisti che potrebbero interessarti

    Iscriviti alla newsletter per ricevere le mostre in preparazione e le nuove acquisizioni!

    Il sito viene aggiornato costantemente con opere inedite dei protagonisti della pittura e della scultura tra Ottocento e Novecento.

    Example

    © Copyright Berardi Galleria d'Arte S.r.l.