Hai cercato

Pittore

Luca Postiglione


Sei interessato alla vendita o all'acquisto delle sue opere?

Acquistiamo opere di questo artista

e di altri pittori e scultori dal XVI secolo sino alla prima metà del XX secolo

La galleria Berardi offre un servizio gratuito e senza impegno di valutazione di opere di arte antiche e moderne. Per orientarsi nel mercato dell'arte, assai complesso e pieno di sfumature, è meglio affidarsi ad un consulente professionista che sappia rispondere in maniera veloce e concreta alle tue esigenze. La chiarezza delle risposte risolverà in maniera efficace la necessità di stimare o mettere in vendita un bene.

Contattaci immediatamente senza impegno

Risposte anche in 24 ore:

Telefono

06.97.606.127

E-mail

info@berardiarte.it

Whatsapp

347.783.5083

Luca Postiglione

( Napoli 1876 - 1936 )

Pittore

    Luca Postiglione

    Allievo del fratello Salvatore. L’opera qui presentata è tipica della sua prima produzione. Una disinvolta fanciulla, dai tratti inconfondibilmente meridionali, si mostra con nonchalance all’osservatore con un sorriso malizioso che tradisce la consapevolezza della gioventù e della bellezza.

    Sullo sfondo si intravede un aranceto mentre in primo piano si distinguono le note vivaci dei fiori sparsi sul suo grembo, del variopinto scialle poggiato sulle spalle e dei vistosi gioielli in oro. Questo inedito di Luca Postiglione va a colmare la lacuna del periodo formativo dell’artista – sono assai rari infatti i dipinti rintracciati sino ad ora appartenenti a questa prima fase – quando Luca lavorava presso il fratello maggiore Salvatore, alla cifra stilistica del quale l’opera rimanda in maniera stringente.

    L’apprendistato ebbe un momento cruciale nel 1890, quando Salvatore coinvolse il giovanissimo Luca, non ancora quindicenne, nell’impresa decorativa della Birreria, poi Caffè Gambrinus. Qui Luca ebbe l’occasione di confrontarsi con i grandi interpreti della pittura napoletana contemporanea, tra i quali Vincenzo Caprile, Vincenzo Migliaro – non a caso entrambi affascinati dal folclore del popolo – e in particolare Vincenzo Irolli.

    La scioltezza del pennellare, la vivacità cromatica e sopratutto il carattere jolie del presente dipinto, ovvero la leggerezza disincantata e irresistibile della giovane popolana, rimandano in maniera inconfutabile ai modi di Irolli, oltre che agli esempi del fratello Salvatore. Questo filone era elaborato dal giovane pittore pensando al mercato internazionale, non a caso spesso i dipinti della fase “irolliana” di Postiglione fuoriescono da collezioni private americane, e puntavano sulla piacevolezza del folclore partenopeo per conquistare i favori degli acquirenti.

    Il termine di riferimento principale per opere ispirate dalla bellezza di Napoli e del suo popolo, e destinate all’estero, è la produzione di Edoardo Dalbono che per primo pose al centro dell’attenzione tutto “il lusso di folclore napoletano” (Berardi 2002, pp. 58-62), rendendo di fatto la realtà più bella del vero, per soddisfare le pressanti richieste del mercante parigino Goupil.

    Un’opera come La sposa, databile al 1879, è paradigmatica del “dipingere poetizzato” di Dalbono, dove una tranche de vie quotidiana viene abbellita da gioielli e da stoffe multicolori e quindi trasfigurata in una visione gioiosa della vita. Non è un caso che La sposa sia stata eseguita su commissione di Goupil e, quindi, costituisca di fatto un modello per le ambizioni estere dei giovani pittori partenopei.

    LEGGI TUTTO

    acquisto opere artisti e stima pittura e scultura

    Opere di Luca Postiglione


    Altri artisti che potrebbero interessarti

    Iscriviti alla newsletter per ricevere le mostre in preparazione e le nuove acquisizioni!

    Il sito viene aggiornato costantemente con opere inedite dei protagonisti della pittura e della scultura tra Ottocento e Novecento.

    Example
    © Copyright Berardi Galleria d'Arte S.r.l.