Hai cercato

Pittore

Vincenzo Irolli


Sei interessato alla vendita o all'acquisto delle sue opere?

Acquistiamo opere di questo artista

e di altri pittori e scultori dal XVI secolo sino alla prima metà del XX secolo

La galleria Berardi offre un servizio gratuito e senza impegno di valutazione di opere di arte antiche e moderne. Per orientarsi nel mercato dell'arte, assai complesso e pieno di sfumature, è meglio affidarsi ad un consulente professionista che sappia rispondere in maniera veloce e concreta alle tue esigenze. La chiarezza delle risposte risolverà in maniera efficace la necessità di stimare o mettere in vendita un bene.

Contattaci immediatamente senza impegno

Risposte anche in 24 ore:

Telefono

06.97.606.127

E-mail

info@berardiarte.it

Whatsapp

347.783.5083

Vincenzo Irolli

( Napoli 1860 - 1949 )

Pittore

    Vincenzo Irolli

    Vincenzo Irolli dimostrava una vera vocazione per le Belle Arti, e quando ebbe l’occasione di visitare l’Esposizione del 1877 in Napoli, restò entusiasmato nell’ammirare il “Corpus Domini” di Michetti ed “I Parassiti” del D’Orsi. Fu, a 17 anni compiuti, ammesso nell’Istituto di Belle Arti ed incominciò dalle stampe col Licata. Ma non durò a lungo e fu promosso ai frammenti, ornato e figura insieme, sotto la direzione di Toma e di Maldarelli.

    Alternava, frattanto, i suoi studii, recandosi in campagna a sporcar tele, essendo invincibile in lui la smania di prendere amicizia coi colori. A 19 anni aveva fatto qualche tentativo di ritratto e fu anche ammesso alla XV Esposizione della Promotrice di Belle Arti col quadro “La felice rimembranza”.  Nel 1877 venne colpito in occasione dell’esposizione di Napoli dal quadro la Processione del Corpus Domini di Francesco Paolo Michetti.

    Da questo dipinto può derivare tutta la forza del colore e la gioia di vivere che ispirerà in futuro l’arte di Irolli. Questo passaggio di testimone è fondamentale perchè il quadro di Michetti influenzerà per oltre un decennio il corso della pittura napoletana, e non solo, e quindi l’arte di Irolli diviene quanto mai paradigmatica della sua lezione.
    Poi nel 1883 Irolli esordi’ alla mostra nazionale di Roma con un discreto successo.

    La pittura del Morelli e quella del Michetti ebbero su di lui molta influenza, tanto più che il suo temperamento gagliardo ben si confaceva a quella poderosa scuola, sicché potè subito esser considerato valoroso pittore, fin dai primi suoi passi nella via dell’arte. Una delle caratteristiche più spiccate, forse la principalissima, di questo giovane e geniale artista è la vigoria del chiaroscuro accoppiata ad un colorito del pari vigoroso.

    Sicché anche oggi un lavoro suo si distingue e si afferma senza bisogno di andare a cercar la firma. Questa qualità, oltre la facilità e la spontaneità della pittura, si rivelò subito in un ritratto, più grande dei vero, del pittore Francesco Netti eseguito in poche ore.

    Egli ha, però, un temperamento a cui piace vivere appartato, lontano dal pugilato artistico e da ogni cenacolo. Per parecchi anni è stato, anzi, lontano da Napoli, in un tranquillo villaggio, Calvizzano. dove ha lavorato molto in silenzio. E’ in Germania principalmente che negozianti di arte ed amatori, più che in Italia, fanno a gara per possedere opere di questo pittore ed anzi la stampa tedesca si è molto occupata delle sue opere che spesso sono state riprodotte in belle incisioni ed in tricromie.

    E qui ci piace citare alcuni suoi dipinti maggiormente apprezzati. “La Maddalena moderna”, “Cavalleria rusticana”, “Il Natale in Napoli”, “Sogno primaverile”, “Il sorriso di Dio”, “Resurrecturus”, “Culla vuota”, “Le spannocchiatrici”, “l filosofi”, “Carezze” ed altri.

    LEGGI TUTTO

    acquisto opere artisti e stima pittura e scultura

    Opere di Vincenzo Irolli


    Altri artisti che potrebbero interessarti

    Iscriviti alla newsletter per ricevere le mostre in preparazione e le nuove acquisizioni!

    Il sito viene aggiornato costantemente con opere inedite dei protagonisti della pittura e della scultura tra Ottocento e Novecento.

    Example