Hai cercato

Pittore

Cesare Fracassini


Sei interessato alla vendita o all'acquisto delle sue opere?

Acquistiamo opere di questo artista

e di altri pittori e scultori dal XVI secolo sino alla prima metà del XX secolo

La galleria Berardi offre un servizio gratuito e senza impegno di valutazione di opere di arte antiche e moderne. Per orientarsi nel mercato dell'arte, assai complesso e pieno di sfumature, è meglio affidarsi ad un consulente professionista che sappia rispondere in maniera veloce e concreta alle tue esigenze. La chiarezza delle risposte risolverà in maniera efficace la necessità di stimare o mettere in vendita un bene.

Contattaci immediatamente senza impegno

Risposte anche in 24 ore:

Telefono

06.97.606.127

E-mail

info@berardiarte.it

Whatsapp

347.783.5083

Cesare Fracassini

( Roma 1838 - 1868 )

Pittore

    Cesare Fracassini

    Cesare Fracassini nasce a Roma nel 1838. Passa la sua infanzia nella casa degli zii ad Albano, ma all’età di dieci anni rientra a Roma e, dimostrate notevoli doti artistiche, entra nello studio di Tommaso Minardi. Questi lo affida per un periodo agli insegnamenti di prospettiva di Guglielmo De Sanctis. All’inizio degli anni Cinquanta risale la sua frequentazione della Scuola del Nudo e delle Pieghe, dove comincia ad ottenere i primi prestigiosi premi.

    Contemporaneamente, prende a seguire i corsi di anatomia dell’ospedale Santo Spirito, dove si perfeziona sempre di più nella resa realistica dei corpi e dei movimenti. Entrato poi nell’Accademia di San Luca, nel 1856 vince il concorso Clementino con Saul irato scaglia la lancia contro David.

    Nel 1857 giunge la prima committenza ufficiale: viene incaricato di eseguire una pala d’altare per San Sebastiano Fuori le Mura con Sant’Antonio da Padova e San Girolamo che contemplano l’Immacolata Concezione. L’anno successivo, stabilisce il suo studio in Palazzo Dovinzielli in via Margutta, dividendolo con Bernardo Celentano, di cui inizia ad acquisire i modi realistici che smorzano il suo preciso accademismo.

    Sono gli anni in cui si dedica sia a dipinti di tema storico, sacro e mitologico, sia a dipinti di genere, infatti all’Esposizione Nazionale di Firenze del 1861 invia Dafni e Cloe, ma anche Un dispiacere. Subito dopo, il principe Alessando Torlonia lo incarica di realizzare il sipario del Teatro Argentina, decorato con Numa che ascolta i consigli della Ninfa Egeria e quello del teatro Apollo con Apollo consegna a Fetonte il carro del sole, circondato dalle Ore e dall’Aurora.

    Un recupero della tradizione classica seicentesca si nota anche in un altro incarico ricevuto dai Torlonia, quello della decorazione con PuttiLe Muse e Apollo per il Casino del Gianicolo. Gli anni Sessanta per Fracassini sono estremamente fertili: soggiorna a Napoli dove conosce Domenico Morelli, e soprattutto, nel 1864 decora la Sala delle Beatificazioni in Vaticano con Il Beato Canisio nell’atto di persuadere Re Ferdinando d’Ungheria a resistere alla setta dei luterani. Subito dopo, si dedica all’esecuzione del sipario per il Teatro Mancinelli di Orvieto, città natale del padre e a lui molto cara.

    Il tema della decorazione è Belisario libera Orvieto dai Goti, che insieme alla precedente tela per il Vaticano dimostra un’essenziale ricerca filologica e storica, tesa verso una volontà di realismo prima poco accentuata. Il vero successo giunge con I martiri Gorgomiensi sempre per la sala del Vaticano, opera accolta da un notevole e generale apprezzamento.

    Dopo la decorazione della chiesa del Suffragio ad Albano, esegue per un committente americano Lo sbarco di Colombo in America nel 1866 e poco dopo Il ritorno di Cristoforo Colombo a Barcellona. Dopodiché giunge l’incarico della decorazione della basilica di San Lorenzo a Roma.

    Purtroppo diversi affreschi sono andati perduti con il bombardamento di San Lorenzo del 1943, rimangono solo L’elemosina di San Lorenzo e l’affresco dell’arco trionfale. Una Santa Francesca Romana compare nella navata di Santa Maria in Trastevere sempre nel 1866. Diverse opere rimangono incomplete, poiché Cesare Fracassini muore improvvisamente per febbre da tifo nel 1868.

    LEGGI TUTTO

    acquisto opere artisti e stima pittura e scultura

    Opere di Cesare Fracassini


    Altri artisti che potrebbero interessarti

    Iscriviti alla newsletter per ricevere le mostre in preparazione e le nuove acquisizioni!

    Il sito viene aggiornato costantemente con opere inedite dei protagonisti della pittura e della scultura tra Ottocento e Novecento.

    Example

    © Copyright Berardi Galleria d'Arte S.r.l.