Hai cercato

Pittore

Federico Zandomeneghi


Sei interessato alla vendita o all'acquisto delle sue opere?

Acquistiamo opere di questo artista

e di altri pittori e scultori dal XVI secolo sino alla prima metà del XX secolo

La galleria Berardi offre un servizio gratuito e senza impegno di valutazione di opere di arte antiche e moderne. Per orientarsi nel mercato dell'arte, assai complesso e pieno di sfumature, è meglio affidarsi ad un consulente professionista che sappia rispondere in maniera veloce e concreta alle tue esigenze. La chiarezza delle risposte risolverà in maniera efficace la necessità di stimare o mettere in vendita un bene.

Contattaci immediatamente senza impegno

Risposte anche in 24 ore:

Telefono

06.97.606.127

E-mail

info@berardiarte.it

Whatsapp

347.783.5083

Federico Zandomeneghi

( Venezia 1841 - Parigi 1917 )

Pittore

    Federico Zandomeneghi

    Nato a Venezia nel Giugno 1841 da una famiglia di artisti (suo nonno, Luigi, e suo padre, Pietro, scultori assai reputati al loro tempo, furono gli autori del monumento a Tiziano nella Chiesa dei Frari), Federico Zandomeneghi si recò, ancora molto giovane, a Firenze, dove soggiornò alcuni anni e dove si legò di cordiale amicizia con Segantini, con Lega, con Banti e cogli altri Macchiaiuoli toscani.

    Ad essi, con fervore entusiastico, si unì nell’ardito e convinto tentativo di rinnovare la pittura italiana, mercè lo studio sincero e diretto dal vero in generale ed in ispecie degli effetti della luce solare sugl’individui e sulle cose.

    Partì in seguito per la Francia e finì collo stabilirvisi definitivamente, ritornando in Italia a sempre più lunghi intervalli e sempre per brevissime soste. A Parigi le sue native tendenze d’arte lo spinsero verso il rivoluzionario gruppo degli Impressionisti francesi, coi quali entrò in stretti e cordiali rapporti e coi quali si affiatò ben presto completamente.

    Fu in tal modo che partecipò a tutte od a quasi tutte quelle mostre degl’Impressionisti che suscitarono così furibonde battaglie nel mondo artistico francese. Con una serie assai vivace e gustosa di quadri, che procurar gli dovevano gl’incoraggiamenti e le lodi di Huysmans, di Geffroy, di Félix-Fénéon, di Kahn e di altri eminenti critici d’avanguardia, egli seppe affermare una visione affatto individuale, specie nel rievocare sulla tela le folle eleganti, le figure dei bambini e delle giovani donne e sopratutto dei nudi femminili, considerati nell’intimità della camera da letto o del gabinetto di toletta.

    L’acume nell’osservare il vero e nel ritrarlo con segno preciso e nervoso nell’istantaneità del movimento si unisce quasi sempre, nelle delicate sue pitture, ad una grazia armoniosa di colorazione e a una signorile eleganza di composizione e di taglio del quadro.

    Mentre all’estero lo Zandomeneghi accaparravasi, malgrado la sua modestia quasi scontrosa, simpatie ed ammirazioni numerose, in patria l’opera sua rimaneva sconosciuta e il suo nome cadeva a poco per volta in completa dimenticanza.

    E’ apparso, dunque, utile ed in certo modo doveroso alla Presidenza delle Esposizioni veneziane il richiamare di nuovo l’attenzione del pubblico su questo nobile veterano dell’arte italiana, radunando in una piccola raccolta una scelta, caratteristica e significativa di pitture ad olio, di pastelli e di disegni, in cui l’arte sua di accorto ed acuto studioso della vita contemporanea si manifesta in tutta la sua grazia varia, agile e leggiadra, pure rimanendo sempre scrupolosamente fedele alla realtà.

    LEGGI TUTTO

    acquisto opere artisti e stima pittura e scultura

    Opere di Federico Zandomeneghi


    Altri artisti che potrebbero interessarti

    Iscriviti alla newsletter per ricevere le mostre in preparazione e le nuove acquisizioni!

    Il sito viene aggiornato costantemente con opere inedite dei protagonisti della pittura e della scultura tra Ottocento e Novecento.

    Example
    © Copyright Berardi Galleria d'Arte S.r.l.