Hai cercato

Pittore

Giulio Bargellini


Sei interessato alla vendita o all'acquisto delle sue opere?

Acquistiamo opere di questo artista

e di altri pittori e scultori dal XVI secolo sino alla prima metà del XX secolo

La galleria Berardi offre un servizio gratuito e senza impegno di valutazione di opere di arte antiche e moderne. Per orientarsi nel mercato dell'arte, assai complesso e pieno di sfumature, è meglio affidarsi ad un consulente professionista che sappia rispondere in maniera veloce e concreta alle tue esigenze. La chiarezza delle risposte risolverà in maniera efficace la necessità di stimare o mettere in vendita un bene.

Contattaci immediatamente senza impegno

Risposte anche in 24 ore:

Telefono

06.97.606.127

E-mail

info@berardiarte.it

Whatsapp

347.783.5083

Giulio Bargellini

( Firenze 1869 - Roma 1936 )

Pittore

    Giulio Bargellini

    Dopo la formazione classica, frequenta gli studi di Augusto Passaglia e di Augusto Burchi. In seguito, si iscrive all’Accademia di Firenze, dove segue i corsi del pittore di genere Francesco Vinea. Avvia una produzione legata si al verismo che alla pittura di genere, in particolare di matrice pompeiana, condotta in punta di pennello sull’esempio di Alma Tadema.

    In Accademia si lega a Galileo Chini e, in occasione della Festa dell’Arte e dei Fiori del 1896, espone Un Idillio. Il contatto con Gustav Klimt e con la Secessione viennese è già esplicito, anche se diventerà ancora più chiaro negli anni romani. Gli scambi con il Simbolismo tedesco e austriaco avvengono grazie all’intervento del gallerista Giovanni Hautmann e del pittore Francesco Vinea.

    Nel 1896 vince il Pensionato Artistico Nazionale con Pigmalione conservato alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma. Giunto a Roma, si avvicina subito al Simbolismo di matrice tedesca e alla Secessione viennese. Conosce Morelli, Michetti, Maccari ed Emilio Gallori, scultore con cui collabora per diverso tempo.

    Nel 1900, pur essendo andato via da Firenze, continua ad eseguire lavori legati al suo ambiente d’origine: partecipa al concorso Alinari per illustrare la Divina Commedia e riceve l’incarico di decorare villa Targioni a Calenzano, con una serie di immagini allegoriche e simboliche. Calenzano da questo momento in poi, sarà un importante luogo di raccoglimento per Bargellini, infatti vi ritornerà assiduamente nel corso della sua carriera.

    Nel 1911 prende parte alla mostra e al clima della Secessione Romana con un trittico simbolico sulla figura di Giordano Bruno, conosciuto come Resurrezione. Con diverse tecniche il filosofo è rappresentato al centro, figura oscura e ricca di significati; nei pannelli laterali, invece, troneggiano le Pieridi e Pegaso e Bellerofonte. Decorativismo e simbolismo si uniscono in una meravigliosa ed imponente composizione, tra fondo d’oro, olio, pastello e .

    Questa moderna interpretazione della filosofia, del mito, della poesia ritorna poi nelle composizioni monumentali, che dagli anni Venti occupano la vita artistica di Bargellini. Prima esegue i mosaici delle lunette del Propileo dell’Unità al Vittoriano con la Pace, la Legge, l’Unione il Valore. Poi, nel 1920 si occupa della decorazione della Sala del Consiglio dei Ministri al Viminale e nel 1921 di quella del Palazzo della Banca d’Italia.

    Dal 1912 viene nominato professore di decorazione all’Accademia di Belle Arti di Roma e dal 1922 diventa insegnante presso Scuola superiore di Architettura. Muore nel 1936, mentre sta lavorando ai cartoni preparatori per la decorazione della Cattedrale di Messina. Tra le opere esposte ricordiamo: Il figlio di Santa MonicaL’abissoL’officinaRiflesso e Teodora.

    LEGGI TUTTO

    acquisto opere artisti e stima pittura e scultura

    Opere di Giulio Bargellini


    Altri artisti che potrebbero interessarti

    Iscriviti alla newsletter per ricevere le mostre in preparazione e le nuove acquisizioni!

    Il sito viene aggiornato costantemente con opere inedite dei protagonisti della pittura e della scultura tra Ottocento e Novecento.

    Example

    © Copyright Berardi Galleria d'Arte S.r.l.