Hai cercato

Pittore

Achille Talarico


Sei interessato alla vendita o all'acquisto delle sue opere?

Acquistiamo opere di questo artista

e di altri pittori e scultori dal XVI secolo sino alla prima metà del XX secolo

La galleria Berardi offre un servizio gratuito e senza impegno di valutazione di opere di arte antiche e moderne. Per orientarsi nel mercato dell'arte, assai complesso e pieno di sfumature, è meglio affidarsi ad un consulente professionista che sappia rispondere in maniera veloce e concreta alle tue esigenze. La chiarezza delle risposte risolverà in maniera efficace la necessità di stimare o mettere in vendita un bene.

Contattaci immediatamente senza impegno

Risposte anche in 24 ore:

Telefono

06.97.606.127

E-mail

info@berardiarte.it

Whatsapp

347.783.5083

Achille Talarico

( Catanzaro 1837 - Napoli 1902 )

Pittore

    Achille Talarico

    Pittore calabrese, nato a Catanzaro il 23 gennaio 1837. Fece i primi studi a Napoli sotto il professor Mancinelli e poi passò alla Accademia delle Belle Arti, dove, dopo due anni di studio, concorse alla mezza figura dipinta dal vero e ne ottenne il primo premio e molti altri pure ne ottenne durante i quattro anni di studio.

    E’ speciale particolarità del Talarico il “Ritratto”, che tratta con una maniera tutta sua, e per la quale all’Esposizione Promotrice di Napoli, nel 1881, e a quella di Brera in Milano, nel 1889, meritò un vero trionfo.

    I principali lavori del Talarico, sono i seguenti: “Dopo un ballo”, acquistato, nel 1867, dalla Pinacoteca di Capodimonte; “Il ritratto dell’architetto D’Amora”, premiato, nel 1870, con medaglia d’argento dal giurì dell’Esposizione di Agricoltura e Commercio tenuta a Salerno; “I coniugi Sannini”, esposti alla Mostra di Milano, nel 1882.

    Del resto il Talarico ogni anno espone sempre qualche suo lavoro alla Promotrice di Napoli, dove ottiene dei buoni successi, come non è molto, quando espose un ritratto ricavato da un morto a grandezza naturale.

    Esso è Professore onorario del Regio Istituto delle Belle Arti e cavaliere della Corona d’Italia. A proposito di un suo “Ritratto di signora”, esposto a Roma, nel 1883, così scrive il De Renzis nelle sue ‘Conversazioni Artistiche’:

    «Non ho mai vista ed incontrata la signora dipinta dal Talarico, nè del pittore conosco altra opera; pure il ritratto noto fra i migliori. Una donna non bella, di mezza età, grassoccia, vista di faccia arditamente, senza lusso di vesti, senza sfondi, nella verità della pinguedine incipiente, era un problema d’arte difficile, risoluto dal pittore con un brio e una sicurezza impareggiabili».

    LEGGI TUTTO

    acquisto opere artisti e stima pittura e scultura


    Altri artisti che potrebbero interessarti

    Iscriviti alla newsletter per ricevere le mostre in preparazione e le nuove acquisizioni!

    Il sito viene aggiornato costantemente con opere inedite dei protagonisti della pittura e della scultura tra Ottocento e Novecento.

    Example

    © Copyright Berardi Galleria d'Arte S.r.l.