Hai cercato

Pittore

Antonio Reina Manescau


Sei interessato alla vendita o all'acquisto delle sue opere?

Acquistiamo opere di questo artista

e di altri pittori e scultori dal XVI secolo sino alla prima metà del XX secolo

La galleria Berardi offre un servizio gratuito e senza impegno di valutazione di opere di arte antiche e moderne. Per orientarsi nel mercato dell'arte, assai complesso e pieno di sfumature, è meglio affidarsi ad un consulente professionista che sappia rispondere in maniera veloce e concreta alle tue esigenze. La chiarezza delle risposte risolverà in maniera efficace la necessità di stimare o mettere in vendita un bene.

Contattaci immediatamente senza impegno

Risposte anche in 24 ore:

Telefono

06.97.606.127

E-mail

info@berardiarte.it

Whatsapp

347.783.5083

Antonio Reina Manescau

( Malaga 1859 - Roma 1937 )

Pittore

    Antonio Reina Manescau

    Dipinta intorno al 1900, la tela costituisce una delle varie versioni note della Veduta di Venezia conservata presso il Museo Carmen Thyssen Bornemisza di Malaga (cfr. Fortuny e la pittura 1998, pp. 72-73). La facciata della chiesa di S. Maria del Giglio, capolavoro del barocco lagunare, è collocata arbitrariamente sull’acqua e combinata con la veduta in lontananza della chiesa di S. Giacomo alla Giudecca e del Faro dell’isola di San Giorgio Maggiore.

    A fini egualmente scenografici si attribuisce la straordinaria invenzione coloristica del bragozzo ormeggiato al centro del quadro, dalle vele di un intenso arancio riflesso nel mare. Ottenuta nel 1882 dalla Deputazione di Malaga una pensione per perfezionarsi in Italia, Antonio Maria Reyna Manescau aveva raggiunto quell’anno la nutrita comunità degli artisti spagnoli dimoranti a Roma, stabilendosi definitivamente nella Città Eterna, dove si unì in matrimonio con una celebre cantante d’opera, Beatrice Mililotti Desantis, e rimase attivo fino alla morte, esponendo regolarmente le proprie opere in Italia come in patria.

    Assiduo frequentatore con gli altri pittori della colonia spagnola delle riunioni artistiche presso il Caffé Greco, fu avviato da José Villegas alla pittura commerciale e orientalista. Nel soggiorno di studio compiuto a Venezia nel 1885 approfondì, sulla scia del celebre conterraneo Mariano Fortuny y Marsal, il gusto per le scene di genere a soggetto orientalista e la materia preziosa, frequentando la colonia spagnola e il Caffè Florian, nonché il palazzo Martinengo dove risiedeva Cecilia Madrazo, vedova di Fortuny.

    Dette vita sull’esempio del sivigliano Rafael Senet a una vasta produzione di vedute di Venezia (o inserì, da allora in poi, un angolo di paesaggio veneziano nelle sue scene orientali), tanto da affermarsi sulla scena mondiale come “El pintor de Venecia”.

    Nelle vedute di Venezia realizzate in serie per la vendita all’estero (fra 1892 e 1895 ne produsse undici per Goupil & Cie destinate al mercato americano) Reyna Manescau mise in scena con accattivante sontuosità tutti gli elementi della sua pittura, che nell’ambito del preziosismo derivato da Fortuny e Martn Rico Ortega si distingueva per l’abilità nel disegno, un innato senso della composizione e una grande ricchezza cromatica unita all’audacia della pennellata.

    Le sue vedute di piccolo formato dei canali veneziani, “preziose” e coloratissime, ottennero un immediato successo fra i collezionisti in special modo inglesi, diffondendosi in tutto il mondo.

    LEGGI TUTTO

    acquisto opere artisti e stima pittura e scultura

    Opere di Antonio Reina Manescau


    Altri artisti che potrebbero interessarti

    Iscriviti alla newsletter per ricevere le mostre in preparazione e le nuove acquisizioni!

    Il sito viene aggiornato costantemente con opere inedite dei protagonisti della pittura e della scultura tra Ottocento e Novecento.

    Example

    © Copyright Berardi Galleria d'Arte S.r.l.