Hai cercato

Pittore

Attilio Simonetti


Sei interessato alla vendita o all'acquisto delle sue opere?

Acquistiamo opere di questo artista

e di altri pittori e scultori dal XVI secolo sino alla prima metà del XX secolo

La galleria Berardi offre un servizio gratuito e senza impegno di valutazione di opere di arte antiche e moderne. Per orientarsi nel mercato dell'arte, assai complesso e pieno di sfumature, è meglio affidarsi ad un consulente professionista che sappia rispondere in maniera veloce e concreta alle tue esigenze. La chiarezza delle risposte risolverà in maniera efficace la necessità di stimare o mettere in vendita un bene.

Contattaci immediatamente senza impegno

Risposte anche in 24 ore:

Telefono

06.97.606.127

E-mail

info@berardiarte.it

Whatsapp

347.783.5083

Attilio Simonetti

( Roma 1843 - 1925 )

Pittore

    Attilio Simonetti

    Il giovanissimo Attilio Simonetti, già avviato alla professione paterna di orafo, fu notato dal pittore perugino Nicola Ortis che, oltre a fornirgli i primi rudimenti nell’arte del disegno, lo incoraggiò a intraprendere la professione di pittore e ad iscriversi presso l’Accademia di San Luca a Roma. Da qui la frequentazione dell’informale “Accademia di Giggi” sita via Margutta e la sua prima produzione di acquerelli dedicati a ritrarre i costumi popolari romani, prontamente assorbiti dal mercato locale.

    Ai primissimi tempi di studio nell’Accademia di Giggi si deve far risalire l’incontro con Mariano Fortuny. Nel 1864 inviò Mimma pompeiana o Attrice pompeiana all’Esposizione di Belle Arti di Brera dove ottenne il prestigioso acquisto da parte del Ministero della Pubblica Istruzione per 580 lire. Incoraggiato da queste prime affermazioni, e utilizzando contemporaneamente l’olio, l’acquerello, il disegno e la tecnica dell’incisione, Attilio Simonetti si dedicò sul finire degli anni ’60 a una serie di opere di genere impegnate a raffigurare tranche de vie del popolo romano spesso accompagnate da un divertito accento aneddotico.

    A tale produzione affidò l’esordio parigino al Salon del 1867 dove, presentatosi in qualità di allievo di Fortuny che l’anno prima aveva firmato un prestigioso contratto con Goupil, figurò con Une porte de rue, à Rome e Un intérieur de cuisine dans Trastevere, a Rome. Affidandosi a un gusto neofiammingo di gran voga nella Parigi del tempo, che apprezzava le minuzie derivate dai maestri olandesi del XVII secolo da Pieter De Hooch a Jan Steen, Simonetti raffigura l’interno di una cucina trasteverina costellata da una serie di dettagli accattivanti quali le variopinte stoffe delle popolane, i rami battuti a mano ben disposti sulla credenza, la bottiglia in maiolica del XVI secolo in bella vista sull’elegante scrivania secentesca.

    La sua abilità imprenditoriale, come la fama raggiunta, permise a Simonetti di affermarsi come uno dei maestri italiani più noti, e richiesti, all’estero.

    LEGGI TUTTO

    acquisto opere artisti e stima pittura e scultura

    Opere di Attilio Simonetti


    Altri artisti che potrebbero interessarti

    Iscriviti alla newsletter per ricevere le mostre in preparazione e le nuove acquisizioni!

    Il sito viene aggiornato costantemente con opere inedite dei protagonisti della pittura e della scultura tra Ottocento e Novecento.

    Example

    © Copyright Berardi Galleria d'Arte S.r.l.