Hai cercato

Pittore

Edoardo Togni


Sei interessato alla vendita o all'acquisto delle sue opere?

Acquistiamo opere di questo artista

e di altri pittori e scultori dal XVI secolo sino alla prima metà del XX secolo

La galleria Berardi offre un servizio gratuito e senza impegno di valutazione di opere di arte antiche e moderne. Per orientarsi nel mercato dell'arte, assai complesso e pieno di sfumature, è meglio affidarsi ad un consulente professionista che sappia rispondere in maniera veloce e concreta alle tue esigenze. La chiarezza delle risposte risolverà in maniera efficace la necessità di stimare o mettere in vendita un bene.

Contattaci immediatamente senza impegno

Risposte anche in 24 ore:

Telefono

06.97.606.127

E-mail

info@berardiarte.it

Whatsapp

347.783.5083

Edoardo Togni

( Brescia 1884 - Vestone 1962 )

Pittore

    Edoardo Togni

    Edoardo Togni nasce a Brescia nel 1884. Ben presto, si trasferisce con la madre a Milano, dove sono ospiti dei Della Porta, una famiglia aristocratica che lo incoraggia a coltivare il suo talento artistico, indirizzandolo nello studio di Gaetano Previati.

    Nei primi anni del Novecento, frequenta saltuariamente l’Accademia Carrara di Bergamo, dove sviluppa un naturalismo particolarmente sensibile alle variazioni luministiche. I suoi soggetti prediletti sono le montagne lombarde, cui Edoardo Togni dedica le sue tele più famose, negli anni in cui abita a Belprato, una piccola frazione vicino Brescia, che diventa il suo rifugio ideale.

    La montagna bresciana: la Valle Sabbia

    I primi dipinti vengono esposti all’inizio degli anni Dieci, in un fugace momento propizio, che svanisce improvvisamente con lo scoppio della guerra e con la sua chiamata alle armi. Nel 1915, viene gravemente ferito sul Monte Sabotino, in una delle battaglie dell’Isonzo. Rientrato a Belprato, ricomincia a dipingere e ad esporre i suoi paesaggi montani a Brescia.

    Pur non prendendo parte alle esposizioni di carattere nazionale, Edoardo Togni acquisisce un notevole successo a livello locale: nel corso degli anni Venti ottiene diversi premi da parte della critica nelle esposizioni bresciane della Società Arte in famiglia.

    In questo periodo, abita nel centro di Brescia, ma spesso si sposta per dipingere tra le montagne della Valle Sabbia. Adotta una pennellata dura e materica, che conferisce ai suoi dipinti un gusto decisamente espressivo e personale, tutt’altro che scontato. Infatti, il suo naturalismo viene portato avanti grazie ad uno studio accurato ed intimo della luce, come ben si può osservare nel dipinto Monti della Degnagna alla luce dell’alba presi dal gioco di Belprato. Una luminosità dorata pervade il cielo e le cime dei monti bresciani, costruiti attraverso un colore spatolato e materico che lascia trasparire il fondo luminoso attraverso le fessure che si aprono nella pennellata veloce.

    Alcuni dipinti, soprattutto della prima fase, possono inserirsi in una gestione divisionista appresa nello studio di Previati, ma per il resto della produzione prevale una gestione che oscilla tra l’impressionismo e l’espressionismo, sempre concentrati sulla resta atmosferica e luministica della sua cara montagna lombarda e del suo luogo prediletto, la Pertica Alta in Valle Sabbia.

    Artista lento e riflessivo, non è stato particolarmente sotto i riflettori di molte esposizioni ufficiali, ma è stato decisamente apprezzato, e lo è ancora, nell’area bresciana e più in generale lombarda. Attivo fino agli anni Cinquanta, muore a Vestone, nella Valle Sabbia, nel 1962.

    Elena Lago

    LEGGI TUTTO

    acquisto opere artisti e stima pittura e scultura

    Opere di Edoardo Togni


    Altri artisti che potrebbero interessarti

    Iscriviti alla newsletter per ricevere le mostre in preparazione e le nuove acquisizioni!

    Il sito viene aggiornato costantemente con opere inedite dei protagonisti della pittura e della scultura tra Ottocento e Novecento.

    Example