Hai cercato

Pittore

Felice Vellan


Sei interessato alla vendita o all'acquisto delle sue opere?

Acquistiamo opere di questo artista

e di altri pittori e scultori dal XVI secolo sino alla prima metà del XX secolo

La galleria Berardi offre un servizio gratuito e senza impegno di valutazione di opere di arte antiche e moderne. Per orientarsi nel mercato dell'arte, assai complesso e pieno di sfumature, è meglio affidarsi ad un consulente professionista che sappia rispondere in maniera veloce e concreta alle tue esigenze. La chiarezza delle risposte risolverà in maniera efficace la necessità di stimare o mettere in vendita un bene.

Contattaci immediatamente senza impegno

Risposte anche in 24 ore:

Telefono

06.97.606.127

E-mail

info@berardiarte.it

Whatsapp

347.783.5083

Felice Vellan

( Torino 1889 - 1976 )

Pittore

    Felice Vellan

    Felice Vellan nasce a Torino nel 1889. La sua formazione si svolge prima presso l’Accademia Albertina e poi nello studio di Giovanni Guarlotti, da cui acquisisce un cruciale interesse per il genere del paesaggio, che lo accompagnerà per tutta la sua produzione. Circondato dalla natura montana e rurale del Piemonte e della Valle d’Aosta, ne farà il suo soggetto prediletto e distintivo.

    Nel corso degli anni, si è impegnato anche nell’attività di decoratore murale e, in giovane età, in quella di illustratore, collaborando anche con il quotidiano “La Stampa”. Le prime vignette e caricature eseguite per periodici e riviste costituiscono il vero e proprio inizio di Felice Vellan come artista.

    Il naturalismo: la montagna piemontese e valdostana

    Attivissimo non solo nel campo della pittura, ma anche come membro e vicepresidente del Circolo Artistico di Torino, è stato anche fondatore della Scuola serale del nudo. Vive tra Torino e Mazzè, un piccolo centro della provincia piemontese, che si trova ripetutamente nelle tele del pittore.

    Le sue opere sono spesso contraddistinte da una pennellata piena e ricca, decisamente costruttiva, come si nota soprattutto dalla rappresentazione della neve, molto presente nelle tele del pittore. Tutto si imposta su un naturalismo descrittivo ma armonioso, sulla scelta di vedute ampie ed emozionanti, in cui il colore sembra definire, tassello dopo tassello, lo spazio e la luce, non solo nelle opere dedicate alla montagna, ma anche in quelle che ritraggono le suggestive marine liguri e i paesaggi della Tosca e dell’Abruzzo, altre due regioni particolarmente care all’autore.

    Nel 1924 Felice Vellan espone alla Biennale di Venezia Dintorni di Rivoli e a Genova i paesaggi montani A Portud, Courmayeur d’inverno e Ruscello d’inverno a Clavieres. Partecipa regolarmente alle Promotrici di Torino e di Genova e nel 1931 approda alla I Quadriennale di Roma con Paese di riviera. Alla successiva edizione della Quadriennale espone l’olio Paese e a quella del 1939 l’acquaforte Periferia.

    Nonostante le opere di Felice Vellan siano soprattutto legate al territorio montano del Piemonte e della Valle d’Aosta, non mancano i riferimenti a terre lontane, dovuti ai numerosi viaggi che l’autore compie tra l’Europa dell’est, l’America, l’India e l’Africa, come testimoniano le tele Schumen Bulgaria – Quartiere turco, Paese nell’interno – Rodi, Istanbul.

    Nel 1930 espone a Torino In Engadina, nel 1933 Strade di St. Moritz d’inverno. Pittore abilissimo nel trasmettere le sensazioni luministiche prodotte dai riflessi sulla neve, ha prodotto dipinti come Entrèves Valle d’Aosta, Paesaggio invernale, Il lago gelato di Silvaplana, La rampa di cavoretto – Inverno. Muore a Torino nel 1976.

    Elena Lago

    LEGGI TUTTO

    acquisto opere artisti e stima pittura e scultura

    Opere di Felice Vellan


    Altri artisti che potrebbero interessarti

    Iscriviti alla newsletter per ricevere le mostre in preparazione e le nuove acquisizioni!

    Il sito viene aggiornato costantemente con opere inedite dei protagonisti della pittura e della scultura tra Ottocento e Novecento.

    Example

    © Copyright Berardi Galleria d'Arte S.r.l.