Hai cercato

Pittore

Giovanni Pierpaoli


Sei interessato alla vendita o all'acquisto delle sue opere?

Acquistiamo opere di questo artista

e di altri pittori e scultori dal XVI secolo sino alla prima metà del XX secolo

La galleria Berardi offre un servizio gratuito e senza impegno di valutazione di opere di arte antiche e moderne. Per orientarsi nel mercato dell'arte, assai complesso e pieno di sfumature, è meglio affidarsi ad un consulente professionista che sappia rispondere in maniera veloce e concreta alle tue esigenze. La chiarezza delle risposte risolverà in maniera efficace la necessità di stimare o mettere in vendita un bene.

Contattaci immediatamente senza impegno

Risposte anche in 24 ore:

Telefono

06.97.606.127

E-mail

info@berardiarte.it

Whatsapp

347.783.5083

Giovanni Pierpaoli

( Fano (Pesaro) 1833 - 1911 )

Pittore

    Giovanni Pierpaoli

    Pittore marchigiano residente a Fano.

    E’ valentissimo specialmente come ritrattista e tratta il quadro storico ed il quadro sacro con grande maestria.

    A Parma, nel 1870, espose un bel ritratto di “Giovacchino Rossini”, e in altre Esposizioni successive si è distinto per altri “Ritratti” eseguiti con vigoria e naturalezza estrema, talchè dice un critico:

    «e per la bontà del colorito e per la rassomiglianza perfetta e la quasi movenza della persona ne aspetti quasi un sorriso ed una parola».

    Fra i quadri di soggetto sacro va ricordata una bella tela raffigurante il “Martirio di Santa Eurosia” giovane principessa di Equitania, dannata da un condottiero di Saraceni, ad aver tagliate le mani, perchè disdegnò eroicamente di sposarsi a lui, e rinunciare alla fede del Cristo.

    Di questo quadro che ebbe tanti elogi dagli intelligenti e dalla stampa ecco quanto troviamo scritto nel giornale ‘Arte e Storia’ del 1886:

    «In una vasta pianura sono pochissimi avanzi di un tempio idolatro: la pianura ha per confine alcune collìnette, e sorgono in cima di esse talune piante, verdeggianti; e fra il verde fanno mostra di sè alcune frutta, che appena si scorgono dall’occhio del riguardante, tanto ne sono lontane.

    Un ceppo di colonna sorge a destra; quivi presso una giovanetta, bella della persona e tranquilla, pare che sorrida aspettando il colpo fatale che le reciderà le mani strette da una funicella, forse perchè il carnefice meno crudele di Muza, è questo il nome del barbaro condottiero, rifugge dal dovere con due colpi di daga raddoppiare il martirio della vaga e rassegnata donzella, che assorta nella certezza d’un premio eterno, sospira per esser ricongiunta al suo Dio.

    E questa idea traspare nelle gote, e nella fronte, negli occhi della santa; la quale ficcando gli occhi verso l’oriente, sembra dire: non mi caledi me, ma della mia fede.

    Ella veste un abito color di cielo, cinto nei fianchi da una zona aurea e un manto roseo alla cui estremità è una frangia d’oro.

    Il carnefice desta ribrezzo, vuoi per l’ispida barba, per le forme erculee, pel braccio armato di una lunga affilata daga, e per l’impazienza che traspare in lui di compiere il suo ministero di sangue: egli è in parte coperto di roba scura: il braccio destro, il petto e le gambe sono denudate.

    Il cielo è in tempesta; che il pittore ha voluto ricordare, come la pietà dei fedeli venerando Santa Eurosia, la invoca più fervorosamente quando vi ha segno di prossima tempesta.

    Di mezzo alle nubi squarciate piove un fascio di luce che illumina il martirio della intrepida sposa di Cristo; e scende un angioletto, che pare batta le ali e discenda rapido per incoronare d’un serto di vaghissimi fiori la gentile Eurosia, e porle in mano la palma del martirio.

    Le due figure principali misurano un terzo di una persona ordinaria.

    Sono condotte con tale precisione, che sembrano mirabilissime anche a chi è ignaro dell’arte.

    Tutti poi convengono in questo giudizio, che il Pierpaoli in questo recente lavoro ha superato sè stesso.

    La tela è stata collocata a Tomba di Pesaro nella chiesa parrocchiale; e Don Lorenzo Poderi, Rettore di essa, ne superbisce degnamente».

    Il Pierpaoli è Direttore della Scuola d’arte e mestieri di Fano, maestro privato di disegno e pittura e poeta di un certo valore.

     

    LEGGI TUTTO

    acquisto opere artisti e stima pittura e scultura


    Altri artisti che potrebbero interessarti

    Iscriviti alla newsletter per ricevere le mostre in preparazione e le nuove acquisizioni!

    Il sito viene aggiornato costantemente con opere inedite dei protagonisti della pittura e della scultura tra Ottocento e Novecento.

    Example