Hai cercato

Pittore

Achille Cattaneo


Sei interessato alla vendita o all'acquisto delle sue opere?

Acquistiamo opere di questo artista

e di altri pittori e scultori dal XVI secolo sino alla prima metà del XX secolo

La galleria Berardi offre un servizio gratuito e senza impegno di valutazione di opere di arte antiche e moderne. Per orientarsi nel mercato dell'arte, assai complesso e pieno di sfumature, è meglio affidarsi ad un consulente professionista che sappia rispondere in maniera veloce e concreta alle tue esigenze. La chiarezza delle risposte risolverà in maniera efficace la necessità di stimare o mettere in vendita un bene.

Contattaci immediatamente senza impegno

Risposte anche in 24 ore:

Telefono

06.97.606.127

E-mail

info@berardiarte.it

Whatsapp

347.783.5083

Achille Cattaneo

( Limbiate (Milano) 1872 - Milano 1931 )

Pittore

    Achille Cattaneo

    Achille Cattaneo nasce a Limbiate, vicino Milano, nel 1872. Si forma all’Accademia di Brera, dove è allievo di Giuseppe Bertini, da cui eredita una prima impostazione romantica e un cromatismo nitido e pulito. In seguito, frequenta lo studio di Emilio Gola, che lo introduce invece ad una pittura di matrice post impressionista, caratterizzata da una pennellata fluida e veloce e da un cromatismo espressivo, che adotterà per la sua intera produzione.

    Il paesaggio lombardo: un cromatismo veloce e sintetico

    Achille Cattaneo adotta la stessa maniera del maestro Gola, ma invece di impiegarla per l’esecuzione di ritratti muliebri e nudi, si specializza soprattutto nella pittura di paesaggio. Nella sua produzione sono, infatti, cospicue le vedute di Milano, della Brianza, di Bergamo, ma anche di Venezia, città a cui è molto affezionato. La frequenta soprattutto negli anni Venti, quando partecipa a tre edizioni della Biennale.

    Soprannominato “pittore della vecchia Milano”, è autore di una vastissima produzione di vedute, in cui spesso i temi e i motivi risultano ripetitivi, come accade ad esempio per gli scorci milanesi dei Navigli. I suoi esordi sono legati, però, alla prospettiva di interni che lo riallaccia certamente alla tradizione della pittura prospettica della Milano del primo Ottocento.

    Vedute ed interni di Milano e Bergamo

    Alla Mostra dell’Ottocento lombardo del 1900, infatti, presenta Il coro della chiesa di Sant’Antonio, mentre di poco successivi sono Tramonto, acquistato dal senatore Albertini, Interno della sacrestia della chiesa di San Fedele e Il Ponte di Porta Vittoria, tutti conservati in collezioni private lombarde. Alla Mostra di Milano per il Traforo del Sempione del 1906, presenta un disegno di Interno e un olio che ha come soggetto sempre un Interno dedicati entrambi a chiese milanesi.

    Dopo la Prima guerra mondiale, Achille Catteneo riprende ad esporre alla Biennale di Venezia del 1924, con un Interno della Chiesa di Sant’Angelo, mentre l’anno successivo tiene una personale alla Bottega di Poesia di Milano, in cui espone alcune opere che si avvicinano alla sensibilità plastica di Novecento e del ritorno all’ordine.

    Alla Biennale del 1926 espone Interno della Chiesa di Santa Maria dei Miracoli, Palazzo della Ragione – Bergamo e Interno della chiesa di Sant’Eustorgio – Milano. La tela dedicata all’Interno del Duomo di San Babila compare alla Biennale del 1928. Muore nel gennaio del 1931 a Milano, ma la sua opera Interno della Certosa di Pavia viene ugualmente esposta alla I Quadriennale di Roma dello stesso anno.

    Elena Lago

    LEGGI TUTTO

    acquisto opere artisti e stima pittura e scultura

    Opere di Achille Cattaneo


    Altri artisti che potrebbero interessarti

    Iscriviti alla newsletter per ricevere le mostre in preparazione e le nuove acquisizioni!

    Il sito viene aggiornato costantemente con opere inedite dei protagonisti della pittura e della scultura tra Ottocento e Novecento.

    Example

    © Copyright Berardi Galleria d'Arte S.r.l.